2021 Italia grazie a Draghi


Dopo le innumerevoli vittime del coronavirus nel 2020, anche quest’anno l’Italia è stata in prima linea, controllando con successo la pandemia e la crisi economica.

La pandemia è sotto controllo, l’economia è su una traiettoria di crescita. Un anno dopo decine di migliaia di morti per il coronavirus, il 2021 sembra essere l’anno dell’Italia. Non dimentichiamo che il paese è riuscito a vincere l’Euro l’anno scorso, ma anche l’Eurovision Song Contest. La ripresa dell’Italia ottiene la firma del presidente del Consiglio ed ex presidente della Bce Mario Draghi. Il politico 74enne ha dato ottimismo all’Italia, dando loro la prospettiva di superare la crisi economica e la pandemia.

“Il ruolo di Mario Draghi è molto importante, perché ha intuito, visione, realismo ed è in un dialogo costruttivo con altri stati membri dell’UE”, ha detto all’agenzia di stampa tedesca dpa il grande sarto Giorgio Armani. Ci fa fare bella figura (bella figura)”, sottolinea lo stilista 87enne, che sa per certo di… bell’aspetto.

L’Italia ritrova il terreno perduto e intensifica la sua influenza

Quando Mario Draghi prende le redini del Paese all’inizio del 2021, formando un governo tecnocratico, affronta contemporaneamente due grandi sfide: la gestione della pandemia e la crisi finanziaria. Come se non bastasse, un nuovo governo, presieduto dal G20, è stato chiamato a dirigere le 20 economie più forti del mondo per affrontare il cambiamento climatico e gestire la crisi in Afghanistan a seguito dello sconvolgimento politico di Kabul.

“La voce italiana si è rafforzata a livello internazionale perché Mario Draghi era una figura politica esperta e aveva buone reti quando ha assunto la carica di primo ministro”, ha affermato Nino Galetti, capo della sezione Konrad Adenauer della fondazione politica tedesca a Roma. A fine novembre, il Primo Ministro italiano e il Presidente della Francia, Emmanuel Macron, hanno firmato a Roma uno storico accordo bilaterale, paragonabile al Trattato dell’Eliseo del 1963 tra Adenauer e de Gaulle. L’Italia sembra ritrovare le basi perdute, intensificando la sua influenza internazionale e avvicinandosi alle due maggiori economie dell’UE, Francia e Germania.

“Mario Draghi è un tecnocrate e non un politico che si muove alle prossime elezioni”, ha detto il partner di governo Nino Galetti.

È raro che un politico abbia un tale supporto trasversale

La sua strategia, soprattutto nel campo delle pandemie, si è rivelata vincente. In un momento in cui altri Paesi sono indecisi sulle possibili azioni, Roma ha imposto le vaccinazioni sul posto di lavoro e l’uso di mascherine protettive nei trasporti. Mentre in Germania e Austria imperversava la quarta ondata della pandemia, in Italia la situazione era sotto controllo e il Paese accoglieva persino pazienti dall’estero. L’economista Mario Draghi sa come stanziare miliardi dall’European Recovery Fund. Con risorse provenienti da fondi pubblici, Roma dispone di oltre 222 miliardi di euro per promuovere la digitalizzazione, rafforzare le infrastrutture e accelerare il cambiamento ecologico italiano.

Il PIL italiano dovrebbe crescere del 6% quest’anno, prevedono gli esperti. Allo stesso tempo, le esportazioni sono in aumento: “Mario Draghi prende sul serio le sue politiche, ha messo i tecnocrati in posizioni chiave nel governo e si è assicurato la fiducia di Bruxelles”, ha affermato Gerg Buk, capo del dipartimento del commercio italo-tedesco. .AHK).

Nei sondaggi, gli italiani si dicono molto contenti di Draghi come primo ministro. Non stupisce quindi che molti abbiano visto in faccia il prossimo presidente italiano. Le elezioni per un nuovo presidente dovrebbero svolgersi all’inizio del 2022. Ma ciò significa che Draghi dovrà dimettersi da primo ministro, cosa che quasi nessun partito di sinistra o di destra vuole, almeno al momento. È raro che un politico in Italia abbia un tale sostegno da tutto lo spettro politico.

Manuel Schwartz, Johannes Neideker, padre

A cura di: Stefanos Gergakopoulos

Fonte: onda tedesca

Aroldo Giovinco

"Amante della musica aspirante. Scrittore. Avido esperto di birra. Lettore pluripremiato. Studioso di social media. Esperto di cibo a misura di hipster. Pioniere della TV."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.