A Plaza Centenario proseguono i lavori di restauro architettonico di Salamone

Informazioni | 22-04-2022

L’aggiornamento di Plaza Centenario sta procedendo rapidamente con l’obiettivo di ripristinare la struttura originale del 1934, ed è quindi dichiarata Patrimonio Storico Nazionale. In questo quadro, è Martín Gill che intende supervisionare i progressi attualmente incentrati sulla conservazione dell’originalità delle fontane e delle piastrelle.

In questo caso, dopo aver sollevato la struttura danneggiata e livellato il pavimento, la posa del pavimento viene eseguita in un tratto parallelo a via Buenos Aires.


Dopo aver visitato lo spazio progettato ed eseguito dall’architetto Francisco Salamone nel secolo scorso, il capo della comunità ha sottolineato: “Stiamo attualmente lavorando a un’opera di restauro del patrimonio che prevede il ripristino di elementi dell’epoca e la ricostruzione di molti di essi utilizzando la stessa matericità di il disegno originale”.


In questo senso Gill sottolinea che “le tessere quadrate vengono poste dopo essere state ricostruite nei loro caratteristici tre colori, che riflettono il movimento dei nostri fiumi”. Per fare ciò, è stato svolto un lavoro precedente con un laboratorio dell’Istituto nazionale di tecnologia industriale (INTI), incaricato di analizzare i pavimenti e creare pigmenti, materiali e composizioni che imitano il movimento dell’acqua.


Inoltre, il presidente locale ha fatto riferimento al ripristino della risorsa in corso di riattivazione attraverso la sostituzione delle tubazioni, le apparecchiature per l’approvvigionamento idrico, i lavori nel seminterrato e i lavori di ristrutturazione estetica. In questa struttura vengono sistemate le tradizionali rane, che vengono riprodotte dopo il ripristino dello stampo originale.


In questo modo, una volta completato il progetto, la fontana simbolica avrà un caratteristico flusso d’acqua e di illuminazione, aggiunto al ligustro che completerà la struttura, come nel progetto originale.


Inoltre, l’opera prevede di intervenire sull’abbellimento dello spazio, elemento che ha acquisito grande rilevanza durante il progetto iniziale dell’architetto italiano. In questo caso verrà preservata la vegetazione in quel momento, ponendo nel campione dei tramezzi in cemento armato per indirizzare la crescita delle sue radici.


Si ricorda che l’intervento è finanziato dal governo centrale dopo la gestione del Comune alla presenza della Segreteria di Stato ai Lavori Pubblici. Nel frattempo i lavori sono stati eseguiti dalla ditta Lozada & Silvestro, vincitrice della gara ed è stata nominata vincitrice della gara per i lavori.


Durante il tour, l’amministratore delegato della città è stato accompagnato dal capo di stato maggiore, Héctor Muñoz, dal segretario all’Ambiente, ai lavori pubblici e ai servizi, Omar Regueira, e dal vicesegretario dell’Unità di Intendenza, Sebastián Panero.








Gerardo Consoli

"Studente professionista di alcol. Drogato di bacon. Evangelista del web. Pensatore per tutta la vita. Appassionato di caffè. Appassionato di tv."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.