Alcaraz è uscito vittorioso contro Zeppieri e si è assicurato il posto nella finale di Umago

Lo spagnolo ha avuto tutti i guai del mondo per licenziare il suo modesto 168esimo italiano questo sabato, a Umago. Domenica incontrerà un altro transalpino, in finale, Jannik Sinner. un altro pezzo…

Lo spagnolo Carlos Alcaraz, 5° al mondo, e l’italiano Jannik Sinner, 10°, si affronteranno per la seconda volta in meno di un mese quest’anno, nella finale del torneo ATP 250 di Umago domenica. L’Alcaraz, campione in carica del torneo di Croazia, si è qualificato primo superando l’italiano Giulio Zeppieri (168), fuori dalle qualificazioni, dopo quasi tre ore di lotta, 7-5, 4-6, 6-3. Sinner ha seguito l’esempio meno di due ore dopo, dominando più nettamente un altro qualificato transalpino, Franco Agamenone (136°), 6-1, 6-3.

Due dei giovani talenti del tennis mondiale – 19 anni per Alcaraz e 20 anni per Sinner – si sono sfidati il ​​5 luglio agli ottavi di finale di Wimbledon, e il duello si è poi trasformato in favore dell’italiano. L’Alcaraz, che questa volta sarà sulla sua superficie preferita, la terra battuta, spera quindi di vendicarsi e di riconquistare così il vantaggio nel faccia a faccia (1-1 per ora). Ma per questo ha dovuto mordere più che combattere Zeppieri.

Battaglia di Alcaraz, Easy Sinner

Il giovane italiano (20) stava infatti per dargli un bel po’ di guai: mentre era partito bene nel primo tempo, andando in vantaggio con il break per primo, Alcaraz alla fine ha dovuto salvare tre set point, prima di riprendere il comando e vincere la partita . giro dopo 1h22. Zeppieri ha poi recuperato il set, dopo che lo spagnolo si è storto la caviglia destra a seguito di una scivolata incontrollata all’inizio del set, che ha richiesto l’intervento del medico sul 2-2.

Nel set decisivo, Alcaraz ha messo pressione fin dall’inizio, ha afferrato in anticipo il servizio dell’avversario, portandolo subito in vantaggio per 3-0 con due break di vantaggio… prima di vedere l’italiano. Ma Zeppieri, sofferente di crampi, alla fine ha abdicato dopo 2:55 partite.

Sinner ha avuto una partita molto più facile contro l’Agamenone, vincendo il primo set in soli 30 minuti con un pareggio a reti inviolate. Il più anziano dei due italiani (Agamenone ha 29 anni) avrebbe poi lottato un po’ meglio all’inizio del secondo set, prima di essere superato dal suo fisico, chiedendo un time-out medico per massaggiare la parte superiore della coscia e permettere a Sinner di rimbalzare alla vittoria dopo 1:24. L’ex protetto di Riccardo Piatti giocherà la sua prima finale ad Anversa domenica ottobre 2021 e cercherà di vincere lì il suo sesto titolo ATP e il suo primo dell’anno.

Alcaraz futuro numero 4 al mondo

Alcaraz, che è già risalito al 4° posto nella prossima classifica ATP, sarà alla sua sesta finale della stagione, la seconda consecutiva dopo una disputa e la sconfitta di domenica contro Lorenzo Musetti ad Amburgo. Quest’anno ha vinto quattro titoli (Rio, Miami, Barcellona e Madrid) e domenica vedrà anche il 6° titolo della sua carriera giovanile.

Riccarda Fallaci

"Imprenditore. Comunicatore pluripremiato. Scrittore. Specialista di social media. Appassionato praticante di zombie."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.