Analisi: i respiratori a lungo termine sono dannosi per la salute. Il microscopio rileva microbi e funghi

Abbiamo due respiratori indossati per due settimane alla volta e conservati in modo diverso negli zaini o nelle tasche dell’Università di Tecnologia Chimica di Praga per i test al microscopio. Quali microrganismi sono presenti in un vecchio respiratore? E cosa si può fare per qualcuno?

Vita di una pandemia – Test microscopici di respiratori usurati Video: Kristýna Pružinová, Jakub Zuzánek

Per confrontare la presenza di microrganismi, i lavoratori del laboratorio dell’Istituto di biochimica e microbiologia dell’Istituto di tecnologia chimica hanno analizzato non solo due respiratori usurati da tempo, ma anche un respiratore nuovo e pulito. Il respiratore in dotazione viene prima tagliato e lo strato filtrante interno viene stampato su una piastra con il mezzo di coltura appropriato. Durante il test, si sono concentrati sulla presenza di batteri, lieviti e muffe.

La differenza di presenza di microrganismi nei due respiratori usurati e puliti è evidente. “A prima vista, è chiaro che un respiratore non utilizzato è praticamente sterile. Solo colonie casuali possono fuoriuscire dall’aria durante la manipolazione”, commenta la professoressa di test di microbiologia Kateřina Demnerová.

“Mentre su un’altra piastra che rappresenta un respiratore usato, sembra diverso lì”, ha aggiunto. I test hanno dimostrato che un gran numero di colonie di batteri, lieviti e funghi si è accumulato sui respiratori usurati entro due settimane dall’uso.

“Più a lungo indossiamo un respiratore, più microrganismi che espiriamo lo catturano”, afferma il microbiologo. “Quindi, che penso sia la cosa peggiore quando lo indossi per così tanto tempo, i microrganismi continuano a girare e tu respiri”, avverte.

Guarda il video dello spettacolo Vivere nel mezzo di una pandemia nell’introduzione all’articolo, dove il professore di microbiologia spiega anche quali problemi può causare l’uso prolungato dei respiratori.

Michela Eneide

"Pensatore. Appassionato di social media impenitente. Guru di viaggi per tutta la vita. Creatore orgoglioso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.