Bilan 2021 – Démare, Pinot, Gaudu… Varie fortune a Groupama -FDJ

Miglior squadra francese per numero di vittorie – 24 di cui da Stefan Kung sulla cronometro del Campionato Europeo – il Groupama-FDJ Tuttavia, ha lasciato un’impressione mista nel 2021. Se si è guadagnato molto, la formazione è gestita da Marc Madiot perso alcuni obiettivi molto importanti, tra cui Tour de France, che ha battuto il suo record assoluto per la stagione. Ritorno all’anno Arnaud Demare, David Gaudu, Stefan Kung, Thibaut Pinot e altri.

Video – Marc Madiot fa il punto sul 2021 sul microfono mikrofon di Cyclism’Actu

Arnaud Démare non ha ancora confermato

Miglior corridore di gruppo del 2020 in termini di numero di vittorie, Arnaud Demare ha suscitato molte speranze. I suoi quattro successi in Giro d’Italia, la sua fiducia nello zenit e la forza del suo carro dovrebbero consentirgli di continuare questa stessa dinamica. E se il francese alza ancora una volta la mano in più occasioni, nove per l’esattezza, la sua vittoria è ancora tutta da conquistare nella gara più importante dell’anno, e questo anche se vince in Circolo Mayenne, quello Route d’Occitanie Dove Tour della Comunità Valenciana non dato a tutti.

Picard ha attraversato in particolare due Big Tour in palio nel 2021, vale a dire Tour de France e Tour della Spagna. in poi Tour, Arnaud Demare ha potuto gareggiare solo in uno sprint durante la prima settimana (4° a Châteauroux), prima di concludere il tempo nella tappa di Tignes e lasciare Tour con una grande sensazione di lavoro incompiuto. Influenzati da questo fallimento per settimane, i tre campioni di Francia sono riusciti a ritrovare la motivazione mentre si avvicinavano al primo Ritorno della sua carriera. Ma anche qui Beauvaisien, privo di fiducia e dominato in velocità dai rivali, non è riuscito ad esprimersi, conquistando solo la top 5 in tre settimane di gare (2° a Molina de Aragon). Tuttavia, è stato in grado di sublimarsi durante la sua ultima gara della stagione, Parigi-Tur, che in un certo senso ha vinto e in cui ha dimostrato di essere più di un semplice velocista.

David Gaudu, il vero leader di Groupama-FDJ nel 2021

Portato a occupare più posti nella sua formazione dopo la battuta d’arresto vissuta da Thibaut Pinot, David Gaudu assumere nuove responsabilità in questa stagione. Tre volte vincitore, e soprattutto l’eccellente tappa Tour dei Paesi Baschi dopo essere stato l’unico ad accompagnare Primoz Roglic (Jumbo-Visma Team), Breton ha dimostrato di essere uno dei migliori scalatori del gruppo. Un fatto che ha anche dimostrato in Tour de France più volte, ma sfortunatamente non ha portato a una vittoria di tappa, o alla top 10 della classifica generale (11° posto), un grave errore di fallimento è stato riscontrato durante la tappa Mont Ventoux.

Tuttavia, non è solo in montagna che David Gaudu brilla nel 2021 poiché le sue qualità di pugile gli hanno anche permesso di ottenere grandi prestazioni per tutta la stagione, il cui momento clou è ovviamente questo podio. Liegi-Bastogne-Liegi dietro Tadej Pogacar (Squadra degli Emirati Arabi Uniti) e Julian Alaphilippe (Deceuninck-Passaggi rapidi). Anche il sesto di Milano-Torino, così come i sette di Freccia Vallone e tu Torre Lombardia, i nativi di Landivisiau sono infatti invitati ai table runner capaci di vincere questo genere di eventi.

Stefan Küng, nuovo titolo continentale… e grande rammarico

Sicuro, Stefan Kung si è affermato tra i migliori rulli del mondo sin dal suo arrivo a Groupama-FDJ. In grado di battere regolarmente Filippo Ganna (Ufficiale granata INEOS), Senza Van Aert (Team Jumbo-Visma) o Remco Evenepoel (Deceuninck-Quick Step), la Svizzera è addirittura diventata due volte campionessa europea della cronometro dallo scorso settembre e dalla sua incredibile vittoria a Trento (Italia).

Ma le cose non sono state perfette per il 28enne, che ha perso alcune cose per salire sul podio in due delle cronometro più importanti della stagione, la quarta della stagione. Olimpiadi e quinto di Campionato Mondiale – o vinci la cronometro Tour de France, colui che è al secondo posto dopo Laval. Oltre ad aver parlato della qualità dei rulli, Stefan Kung si è dimostrato ancora una volta prezioso per i suoi leader nelle corse a tappe, mentre lui stesso ha vinto, per la prima volta nella sua carriera, un evento del genere, in questo Tour della Comunità Valenciana. Per quanto riguarda le sue prestazioni nelle principali gare di un giorno, sono state al di sotto delle aspettative.

Thibaut Pinot vede la luce in fondo al tunnel

Cosa dire della stagione 2021 Thibaut Pinot ? Ferito nella carne durante i primi mesi, Franc-Comtois non ha potuto praticare il ciclismo ad alto livello. Demoralizzato da un mal di schiena che non lo lascia solo, il vincitore di Lombardia Tour 2018 deciso di chiudere l’anno dopo Tour delle Alpi, rilasciando così a Giro d’Italia che voleva disperatamente ritrovare, tre anni dopo la sua terribile delusione nel 2018.

Anche pacchetti per Tour de France, Thibaut Pinot Approfitta della primavera e dell’inizio dell’estate per alleviare una volta per tutte il suo mal di schiena. Ed è stato l’uomo calmo e sorridente che è riapparso a metà agosto in Limousin Tour – Perigord – Nuova Aquitania. Finalmente capace di sbizzarrirsi completamente e senza secondi fini, il terzo di Tour de France 2014 non si è sprecato nella seconda metà della stagione, collezionando anche dei risultati molto promettenti – quinto in Grand Besanon Doubs Classico e alcuni Coppa Bernocchi Piala, settimo di Skoda Tour de Lussemburgo – nella prospettiva del 2022 che sarà per lui molto importante.

Gli alti e bassi di Bruno Armirail, Valentin Madouas, Jake Stewart e Attila Valter

Angelo custode di David Gaudu, Bruno Armrail ancora una volta ha svolto molto bene la sua missione con Breton durante tutto l’anno. Capaci anche di distinguersi individualmente, come dimostra proprio il secondo posto nella cronometro Campionato Francese e in classifica generale Esplora Poitou-Charentes nella Nuova Aquitania, i Pirenei invece sperimentarono la prima Tour de France difficile, una malattia che lo ha lasciato gravemente disabile nella seconda settimana. Promosso da La Conti Groupama-FDJ nell’ottobre 2020, Jake Stewart colpito duramente all’inizio della stagione, è arrivato quarto inBessges star, secondo di Omloop Het Nieuwsblad e sesto Danilith Nokere Koerse. E se il resto della sua stagione è stato più anonimo, il 22enne inglese ha dimostrato il suo talento durante il suo primo anno da professionista.

È stato anche molto in forma dall’inizio della stagione: due prime 5 tappe e un settimo posto in Alpi Marittime e Var. ToursValentin Madouas sperimentare un grande foro d’aria in primavera. E questo è solo dopo Tour de France che Brestois ha potuto finalmente esprimere tutto il suo potenziale, realizzato dalla vittoria a Polynormand, una serie di posti d’onore nelle gare diurne francesi e prestazioni eccezionali durante le gare online Campionato Mondiale (13). Infine, recluta Attila Valter, dopo essere arrivato terzo sul palco Tour della Catalogna a marzo, brillando poche settimane dopo durante Giro d’Italia, ha vestito la maglia rosa per tre giorni ed è arrivato quattordicesimo nella classifica generale all’età di 23 anni.

La conferma e il ritorno in prima linea sono attesi nel 2022

Un po’ discreto nel calciomercato, Groupama-FDJ continuerà a dipendere dal suo leader simbolico nel 2022. Nel frattempo David Gaudu e Stefan Kung cercheranno piccoli extra che gli permettano di avvicinarsi ai migliori corridori del mondo o anche di vincere grandi gare, Arnaud Demare cercherà di ritrovare la velocità mostrata la scorsa stagione durante il grande evento e Thibaut Pinot – il cui problema alla schiena sembra essere passato – punterà a diventare di nuovo un pilota importante nel gruppo.

Affidabile, ragazzi come Valentin Madouas, Sébastien Reichenbach e Rudy Molard – i vice-campioni di Francia on the road in questa stagione – saranno attesi su percorsi collinari e montuosi, mentre i giovani Attila Valter, Jake Stewart, Clemente Davy e Lewis Askey – chi scoprirà il mondo professionale – deve dimostrare di avere le carte in regola per essere un elemento essenziale di Groupama-FDJ Negli anni a venire. A livello di reclutamento, gli scalatori Michael Storer (DSM Team), battitore Quentin Pacher (B&B Hotels p/b KTM) e velocista il mondo di bram (Team Arkéa-Samsic) sarà in missione per portare di più nei rispettivi campi di interesse e supportare i leader di un Groupama-FDJ orfani di un elemento così importante Benjamin Thomas (Cofidi), William Bonnet o Mickael Delage (la pensione).

Movimento

Arrivo : Michael Storer (DSM Team), Quentin Pacher (Hotel B&B p/b KTM), Lewis Askey (La Conti Groupama-FDJ), Bram Welten (Arkéa-Samsic Team)

Partenza : Benjamin Thomas (Cofidis), Simon Guglielmi (Team Arkéa-Samsic), Mickaël Delage e William Bonnet (ritirato), Alexys Brunel (Team Emirates UAE)

Aroldo Giovinco

"Amante della musica aspirante. Scrittore. Avido esperto di birra. Lettore pluripremiato. Studioso di social media. Esperto di cibo a misura di hipster. Pioniere della TV."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.