Brown abbassa le aspettative della McLaren per il 2022

La realtà ha la meglio su tutta la fantasia a Woking. Il CEO della McLaren Zak Brown preferisce essere realistico piuttosto che ottimista e ammette che la formazione della papaia non è pronto a lottare per i Mondiali del 2022.

La McLaren scende negli inferi

Se è vero che la squadra inglese ha mostrato un boom sostenuto anno dopo anno da quando Brown ha assunto la guida della squadra nel 2018, il CEO della McLaren contrariamente alla versione ottimista di Andreas Seidl, che predice meglio il 2022 per la struttura rappresentata da Lando Norris e Daniel Ricciardo.

Secondo Zak, ci sono grossi inconvenienti che potrebbero pesare sulla McLaren nella stagione inaugurale con modifiche alle regole. Anche se questo difetto potrebbe tradursi in successo nelle future campagne: “Non credo che il campionato sia un obiettivo realistico”, ha dichiarato a CORRIDORI: “Stiamo ancora recuperando il ritardo con le nostre infrastrutture e in particolare con le nostre gallerie del vento. Questo è un elemento importante nello sviluppo di un’auto che Ci vediamo ostacolato “, ha rivelato.

Il futuro capo del marchio McLaren ha assicurato che, per ora, “Questo è quello che è” e che faranno del loro meglio per seguire nel 2022: “La galleria del vento è ancora lontana qualche anno. Ora che abbiamo acquistato tutto, ci vorrà un po’ di tempo per implementarlo. ci sentiamo indietro”, ammette Brown.

La stagione 2021 è stata una campagna in cui la leggendaria squadra anglosassone è tornata alla vittoria dopo nove anni di siccità. Il risultato in Italia (Monza), secondo Zak, è stato “folle”: “Vista la qualità di Bottas e Pérez, mi ha sorpreso che siamo stati gli unici a fare doppietta”, sottolinea.

Questo contenuto è importato da {embed-name}. Potresti essere in grado di trovare lo stesso contenuto in altri formati o potresti essere in grado di trovare maggiori informazioni sul loro sito web.

Sfida McLaren nel 2022

La campagna 2022 parte da una prospettiva diversa. I leader del gruppo McLaren hanno dichiarato che l’obiettivo è “più competitivo rispetto allo scorso anno”, anche se si è rifiutato di fare previsioni che in seguito hanno suscitato profonda delusione: “Non voglio fare pronostici o copiare l’Aston Martin e dire: ‘Non hai visto niente’ e poi essere il contrario.“, è stato dichiarato.

Brown, infine, non ha escluso di vincere un altro Gran Premio: “Possiamo vincere la gara? Ne abbiamo vinti uno l’anno scorso in modo convincente, quasi due“, ha punito. Anche se non ha ancora preso le distanze dal suo pensiero realistico. C’è ancora molto lavoro da fare in fabbrica e, in particolare, nella galleria del vento per sognare aspirazioni più elevate.

Questo contenuto è creato e mantenuto da terze parti e importato in questa pagina per aiutare gli utenti a fornire i propri indirizzi e-mail. Potresti essere in grado di trovare maggiori informazioni su questo e contenuti simili su piano.io

Gerardo Consoli

"Studente professionista di alcol. Drogato di bacon. Evangelista del web. Pensatore per tutta la vita. Appassionato di caffè. Appassionato di tv."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.