Cane robot, nuovo guardiano degli scavi di Pompei

Uno strano robot che sembra un misto di cani e insetti cammina tra le rovine di Pompei, davanti agli sguardi sconvolti dei turisti che visitano questa città del sud Italia distrutta dall’eruzione del Vesuvio venti secoli fa. Il robot, che si chiama Spot ed è di colore giallo e nero, ha la missione di accedere ad aree delle rovine di difficile accesso, “soprattutto strutture sotterranee dove le condizioni di sicurezza non consentono l’ingresso dei dipendenti, come tunnel pericolosi e stretti”. ” Gabriel Zuchtriegel ha detto all’AFP.

Osservando il terreno, Spot può recuperare informazioni e allertare il personale in merito a problemi di sicurezza o strutturali, come ciò che accade quando vengono scavati tunnel segreti, qualcosa che secondo Zuchtriegel “purtroppo continua ad accadere in quest’area”. Il sito archeologico dove si trovano le rovine ha una superficie di 44 ettari, a sud di Napoli, e contiene la città sepolta dall’eruzione del Vesuvio nel 79 a.C. c.

Lo Spot – del peso di 150 libbre e delle dimensioni di un Golden Retriever – è controllato a distanza da un tablet e meglio attrezzato di una persona per monitorare alcune aree del parco.

Robot per $ 70.000

Il dispositivo è stato progettato dalla società americana Boston Dynamics, specializzata in robotica, comprese le apparecchiature per uso militare. La pagina aziendale afferma che Spot può essere utilizzato tra i settori industriale, edile, minerario e manifatturiero, per effettuare ispezioni e raccogliere dati.

Il movimento di Spot è controllato da un tablet gestito da Valerio Brunelli, un dipendente di Leica Geosystems, l’azienda che gestisce la missione di esplorazione robotica all’interno di Pompei. Brunelli rimane a pochi metri di distanza dal robot mentre si muove, nonostante il robot sia in grado di evitare qualsiasi ostacolo, ma l’operatore preferisce rimanere vigile.

“Nessuno vuole prendere 70 chilogrammi su una gamba”, ha scherzato. “Spot è una fusione di tecnologie che consente a un robot di essere in grado di esplorare luoghi complessi, come questo”, spiega Brunelli, citando la sua capacità di registrare l’area che percorre in 3D.

Tuttavia, anche se il robot è diventato una mascotte turistica, è ancora in fase di test e il gestore del sito deve ancora decidere se acquistare Spot che ha un prezzo di $ 75.000 o meno. “Sono sicuro che Pompei lo acquisterà, è un salto nel futuro per un sito millenario”, ha detto Brunelli. AFP.

Gerardo Consoli

"Studente professionista di alcol. Drogato di bacon. Evangelista del web. Pensatore per tutta la vita. Appassionato di caffè. Appassionato di tv."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.