Champions League: Podrascanin e Lisinac in finale, Perugia ancora senza titolo

Si è svolta la rivincita della semifinale di Champions League. Itas Trentino e ZAKSA Kenđeržin Kožle si sfideranno il 22 maggio a Lubiana per il trofeo di Squadra Europea dell’Anno.

Dopo il primo match, si sa che il duello italiano tra Trentino e Perugia sarà molto più incerto. E accadrà. Il duello delle finali di Coppa Italia di quest’anno (celebrato dal Perugia) presenta un altro spettacolo.

Spinto dalla vittoria di Perugia, il Trentino sa di cosa ha bisogno per qualificarsi per una nuova finale. Ha preso il comando due volte, vincendo il primo e il terzo set 25:21 e 25:16, ma la squadra di Nikola Grbić è tornata due volte. Prima nel secondo set al 25:21, e poi al 25:20 nel quarto, che i padroni di casa hanno giocato senza l’infortunato Matej Kazijski.

Il quinto set decide, il Trentino andrà in finale o si giocherà il golden set?! Dopo una grande lotta, gli ospiti hanno vinto questo periodo di gioco (15:13), quindi è chiaro a tutti che si giocherà l’11° “set d’oro” nello scontro di due grandi rivali. Il Trentino ha giocato la prima parte del periodo come in trance, in vantaggio di 11:6, ma gli ostinati ospiti alla fine, su servizio di Leon, hanno annullato il secondo pareggio (dalle 14:12 alle 14:14), così il differenza giocata.

Lisinac ha portato un’altra occasione, ma alla fine, dopo un ottimo servizio di Pinali, Kamil Rihlicki ha commesso un errore e c’è stata un’indescrivibile esultanza da parte dei nazionali e del pubblico all’Arena “BL”.

Tra i vincitori, Alessandro Micheletto è stato il più efficiente con 25 punti, mentre Danijela Lavija ne ha aggiunti 19. Marko Podrascanin e Srecko Lisinac hanno segnato 10 punti ciascuno.

Wilfredo Leon invece non ha brillato, ma ha segnato 24 punti, mentre Matthew Anderson ha aggiunto un punto in meno. Continua così la maledizione del Perugia in Champions League, considerata l’unica grande competizione in cui non ha vinto.

Nel duello polacco, ZAKSA ha avuto un grande vantaggio dopo la prima partita. Ha battuto un debole Jaschembski 3-0 e aveva bisogno di due set per passare a una nuova finale. Il difensore del titolo europeo ha risolto tutti i dilemmi nei primi due set, che ha vinto con 25:15 e 25:21. Poi l’allenatore ha cambiato la formazione, hanno giocato per il prestigio, quindi la partita è andata in cinque set – 24:26, 21:25, e alla fine lo ha vinto ZAKSA, con 15:11.

La finale tra Trentino e ZAKSA, ovvero la ripetizione della finale di Champions League dell’anno scorso, vinta dalla Polonia, è in programma per il 22 maggio a Lubiana.

Corrado Bellini

"Amichevole appassionato di Internet. Creatore. Appassionato di zombie impenitente. Imprenditore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.