Chris Pratt è stato scelto per doppiare il personaggio nel prossimo film del videogioco “Super Mario Bros” e dell’acclamato Network

Pubblicato:

24 set 2021 18:48 GMT

Attraverso Twitter, alcuni utenti hanno ritenuto Pratt non la scelta giusta per dare voce a Mario, soprattutto perché non è o ha origini italiane.

Dopo che Nintendo ha annunciato che l’attore britannico-americano Chris Pratt avrebbe doppiato Mario Bros nel prossimo film d’animazione “Super Mario Bros”, centinaia di utenti di Internet hanno criticato la decisione del produttore sui social network.

Tramite Twitter, alcuni fan dei videogiochi hanno suggerito che il protagonista di Guardiani della Galassia non è la persona che dà la voce a Mario Bros., principalmente perché non ha o ha origini italiane.

“La storia moderna degli italiani è raccontata raramente e quando lo fanno, non gliela raccontiamo”, commento un netizen su Twitter. “Chris Pratt che interpreta Mario è italofobo e io sono stanco di comportarmi come se non lo fossi”, lui ha indicato altri utenti che criticano l’origine dell’attore.

“Danny Devito dovrebbe essere Mario e non Chris Pratt, ci hanno derubato”, si legge in un commento che accompagna l’immagine in cui il volto dell’artista è sovrapposto al corpo dell’idraulico.

Tuttavia, c’è anche chi difende la selezione degli attori, indicando che i critici degli attori soffrono di “prattfobia”. Inoltre, alcuni commenti evidenziano il talento dell’artista e essi mostrano le varie voci che ha fatto per i personaggi che ha interpretato nel corso della sua carriera.

Altri artisti che parteciperanno a questo film d’animazione sono Charlie Day, di ‘It’s Always Sunny In Philadelphia’, che interpreterà Luigi; Jack Black interpreterà il cattivo Bowser e Anya Taylor-Joy, star di The Queen’s Gambit, parteciperà come Principessa Peach. Il film dovrebbe fare il suo debutto sul grande schermo alla fine del 2022.

Se ti piace, condividilo con i tuoi amici!

Aroldo Giovinco

"Amante della musica aspirante. Scrittore. Avido esperto di birra. Lettore pluripremiato. Studioso di social media. Esperto di cibo a misura di hipster. Pioniere della TV."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.