Ci sono 10 squadre più dominanti in Europa della Juve

Ieri sera la Juventus è stata eliminata dal Villarreal (3:0 a Torino dopo 1:1 in Spagna), il Liverpool è meglio dell’Inter in due partite – nessuna squadra italiana ha raggiunto i quarti di finale di Champions League in questa stagione.

Nelle ultime otto ci sono rispettivamente tre squadre inglese e spagnola: Manchester City, Liverpool e Chelsea, oltre a Real, Atlético e Villarreal. Con loro ci sono Bayern e Benfica, domani pomeriggio a Nyon ci sarà il sorteggio.

Non c’erano italiani ai quarti di finale – questo è successo per il secondo anno consecutivo, come nella stagione 2000/01. e 2001/02.

Per i media appenninici questo è un chiaro segnale che qualcosa non va (che l’Italia non può competere con altre nazioni calcistiche né finanziariamente né in altro senso), ma l’allenatore della Juve Massimiliano Allegri è pronto persino a litigare con i giornalisti.

Così, quando i giornalisti hanno parlato del fallimento in Europa, il tecnico della Juve non ha nemmeno aspettato che le domande venissero poste, ma ha lanciato un contropiede:

“È disonesto parlare di fallimento. La metterò in questo modo – è disonestà intellettuale. So che tipo di squadra ho e apprezzo sempre quello che ho in questo momento e dobbiamo farlo. Siamo realistici – ci sono 10 squadre in Europa ora più dominanti della Juve. Per alcuni questo può essere un fallimento, ma è meglio affrontare la realtà e vedere come possiamo imparare qualcosa da questa situazione”, ha detto Allegri.

La Juventus ha cambiato tre allenatori dal 2019 (dopo e prima di Allegri c’erano Maurizio Sarri e Andrea Pirlo), ma la stessa storia si vede nell’élite europea: sono caduti in “piccoli” rivali.

Meglio Ajax, Lione, Porto, ora Villarreal.

“Il fallimento dell’allenatore e del progetto”, ha scritto il giornalista Giovanni Capuano dopo la sua uscita di ieri sera e ha aggiunto:

“Allegri è responsabile perché è tornato al club per riportare le cose alla normalità e dare identità alla Juve. Non ha fatto né l’uno né l’altro”.

L’aspetto finanziario è sicuramente importante.

La Juve concluderà la stagione europea guadagnando 75 milioni di euro (70 dalla UEFA e cinque dalla vendita dei biglietti in quattro partite casalinghe).

Se arriverà ai quarti di finale, gli saranno garantiti altri 15 milioni di euro.

Ora, sottolinea “Gazeta delo sport”, la quota della Juventus in borsa è scesa del nove per cento.

Per la prima volta in 19 anni, due nazioni avranno ciascuna tre rappresentanti nei quarti di finale di Champions League.

Nella stagione 2002/03. si tratta di Italia (Inter, Milan, Juve) e Spagna (Barcellona, ​​Real, Valencia).

L’Italia è ormai a un milione di distanza da quel risultato…


Notizia

Corrado Bellini

"Amichevole appassionato di Internet. Creatore. Appassionato di zombie impenitente. Imprenditore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.