Cipro: chiarimenti del Ministero della Salute per i prodotti KINDER ritirati

Chiarimento in merito ai prodotti Kinder richiamati è stato dato oggi dal Ministero della Salute.

Secondo l’annuncio del 9 aprile relativo al prodotto KINDER e secondo le informazioni ricevute dal Servizio Sanitario di Ferrero Italia e da un rappresentante autorizzato di Cipro (CyprusPharm LTD), si spiega che il prodotto fabbricato presso l’unità produttiva Ferrero d’Arlon di Belgio e ricevuto da un rappresentante autorizzato di Cipro è il seguente:

Kinder Schoko-bons indipendentemente dal lotto o dalla data di scadenza e

– Kinder Surprise Maxi 100 gr., indipendentemente dal lotto o dalla data di scadenza.

Il suddetto prodotto si distingue da altri prodotti simili per essere distribuito da un rappresentante autorizzato, l’etichetta in greco è stampata sulla confezione del prodotto e indica inoltre che il distributore è la società Kyprofarm LTD.

Pertanto, si consiglia ai consumatori che potrebbero avere il suddetto prodotto di evitare di consumarlo e, se lo desiderano, di restituirlo al luogo di acquisto.

È stato chiarito che tutti gli altri prodotti della società le cui etichette erano in greco stampate sulla confezione del prodotto e ha anche affermato che il distributore era la società Kyprofarm LTD, non erano coinvolti nell’incidente.

Inoltre, il richiamo del prodotto annunciato il 7 aprile 2022 è legale e riguarda i richiami del prodotto ricevuti dalla società Lidl.

Inoltre, il Servizio Sanitario ha ricevuto i seguenti campioni di prodotti Kinder che sono stati inviati ad un laboratorio statale di Chimica Generale accreditato dove sulla base di prove di laboratorio effettuate non sono stati rilevati batteri Salmonella:

Kinder Surprise con numero di lotto L 356RA e data di scadenza minima 8/9/22

Kinder Surprise con numero di lotto L 298RA e data di scadenza minima 22/7/22

Kinder Surprise ”Natoons” con numero di lotto L 266RW e data di scadenza minima 20/6/22

Kinder Surprise con numero di lotto L022LW e data di scadenza minima del 19/10/22.

Nel suo annuncio, il ministero della Salute ha osservato che ciò significa che sono in corso le indagini negli Stati membri in cui vengono fabbricati i prodotti interessati e che il caso è strettamente monitorato dalle autorità competenti e se emergono nuove informazioni su ulteriori prodotti e/o lotti. , la comunità dei consumatori sarà presto informata con un nuovo annuncio.

Michela Eneide

"Pensatore. Appassionato di social media impenitente. Guru di viaggi per tutta la vita. Creatore orgoglioso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.