“Collegamento” al Cremlino: l’Italia sequestra un megayacht presumibilmente appartenuto a Putin

“Collegamento” al Cremlino
L’Italia confisca il sospetto megayacht di Putin

La “Scheherazade” proviene da una produzione tedesca e si dice valga centinaia di milioni di euro. Si dice addirittura che il gigantesco yacht appartenga allo stesso presidente russo Putin, e ora è stato confiscato dalle autorità italiane.

Le autorità italiane hanno sequestrato il mega yacht “Scheherazade” che giace in un cantiere toscano. Le indagini hanno rivelato “significativi legami economici e commerciali tra i proprietari ufficiali di ‘Scheherazade’ e importanti figure del governo russo”, ha affermato il ministero dell’Economia italiano.

Le navi da crociera battenti bandiera delle Isole Cayman, che hanno servito l’ultima volta nel porto di Marina di Carrara, sono state a lungo sotto il controllo delle autorità. A quanto pare il ministro delle Finanze Daniele Franco ha impedito alla “Scheherazade” di salpare e forse di fuggire dal territorio italiano con la sua decisione di sequestrare la nave. Il New York Times ha riferito questa settimana che la nave da crociera è stata lanciata martedì dopo mesi in bacino di carenaggio. I membri dell’equipaggio sono stati visti correre a caricare la nave e lo yacht era stato rifornito di carburante la settimana prima.

Il ministero non ha rivelato il nome del proprietario. Secondo i media, la “Scheherazade”, che batte bandiera delle Isole Cayman, è di proprietà di una società registrata nelle Isole Marshall. Un membro della fondazione anticorruzione del critico del Cremlino incarcerato Alexei Navalny ha collegato lo yacht al presidente russo Vladimir Putin. La compagnia di yacht di lusso The Italian Sea Group, che ha lavorato l’ultima volta sulla nave, ha annunciato qualche settimana fa che, secondo i documenti, Putin non è l’armatore. Secondo i media italiani, Eduard Khudainatov, l’ex capo della società statale russa Rosneft, sarebbe il proprietario. Il gestore petrolifero è anche nominato proprietario del super yacht Amadea, sequestrato martedì alle Fiji.

Costruita nel 2020 dalla compagnia tedesca Lürssen, la nave avrà due eliporti, una piscina e un cinema, secondo il sito web specializzato SuperYachtFan, e varrà circa 640 milioni di euro. Da quando Mosca ha invaso l’Ucraina il 24 febbraio, alcune navi da crociera appartenenti agli oligarchi russi sono state confiscate in Europa.

Emiliano Brichese

"Esploratore. Pensatore. Evangelista di viaggi freelance. Creatore amichevole. Comunicatore. Giocatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.