Crisi di governo in Italia e buffonate dei banchieri

Crisi di governo in Italia e buffonate dei banchieri

Alcuni in Grecia si chiedono cosa sia successo in Italia con lui Dragi e crisi politica creato improvvisamente in questo paese. Non possono capire perché il presidente del Consiglio vuole dimettersi, fino al punto di ricattare tutti perché senza l’approvazione dei maggiori poteri politici e senza un governo di unità nazionale lascerà la sua posizione e il Paese cadrà in una crisi catastrofica! Ma la verità avere la maggioranza…e finora non c’è nessuna festa aperta per lui condannare! Certo, anche la maggior parte degli italiani ha questo problema!

Certo, la domanda ha dei fondamenti e forse lei giustifica la crisi di governo in cui stiamo vivendo Francia, Inghilterra e oltre in Europa. In altre parole, è possibile che in Italia stiamo vivendo e stiamo vivendo una crisi politica, conseguenza non solo della concorrenza e dei problemi dei tradizionali micropartiti economici e politici che hanno afflitto quasi tutti i paesi europei, ma fondamentalmente e principalmente perché di guerra? fra Nato dall’aquila motivato da Stati Uniti contro Russia insieme a grandi conseguenze per l’economia italianama anche da altre ragioni più profonde che hanno qualcosa a che fare con lui La posizione geostrategica dell’Italia in generale in Europa e nel mondo!

Tutti conoscono anche quel Maestro Signor Draghi non è il leader di un grande partito italiano con una tradizione di sinistra o di destra di abbandonare congressi o elezioni, non è De Gasperi o Togliatti! Fu lui che entrò come coltivatore dall’alto come il “salvatore” del sistema politico italiano che non è affatto famoso per la sua stabilità!

Roba pulita dragi è un banchiere, un uomo di grande capitale di borsa, che ha imposto anche un memorandum alla Grecia e politiche di austerità antipopolare attraverso la Banca Europea Nero in tutti i paesi dell’Unione Europea occupati dai tedeschi! Le sue opinioni sono molto reazionarie e conservatrici non solo nell’economia ma anche nel confronto e conflitto geopolitico generale tra Stati Uniti – NATO e Russia, Cina e altri paesi del pianeta che reagiscono e si oppongono al cosiddetto dominio imperialista americano “occidentale”. come manifestato dalla guerra in Ucraina!

Oggi, con il voto di fiducia che chiede a tutti i partiti, Draghi ricatta l’intero sistema politico italiano. La famosa “fiaba” di tutti i “salvatori” del cosiddetto mondo borghese liberale politico “occidentale” del tipo “o io o caos ed elezione” si ripete nel migliore dei casi ancora una volta!

In linea con l’estorsione delle dimissioni, che molto probabilmente alla fine non avverranno, anche Stall di Draghi sta cercando di fare fasi di ristrutturazione del sistema la realtà del potere politico italiano. Vedere in movimento 5 stelle ( M5S) di a Maio abbiamo la prima base divisa e popolare dal suo centro a sinistra P.D da Letta e ciò che resta della grande reliquia storica KKI odio la sua scelta di supporto “Re banchiere” della loro attuale direzione di partito! Ma anche nella zona giusta Lega da Salvini e all’estrema destra meloni (fratello italiano) le cose sono diverse perché la destra vuole che le elezioni qui e ora siano il dominatore assoluto del gioco politico, cosa che il sistema economico dominante non vuole in questa fase, un vuoto di potere e le elezioni! Più di ogni altra volta borghesia nazionale italiana vuole cooptare la restante espressione politica del mondo del lavoro invece di contrastarla! La Grecia insegna questa tattica dal 2015 e ovviamente Draghi sa come svolgere correttamente questo ruolo a suo vantaggio!

I banchieri per natura vogliono unità, disciplina e aderenza alle loro scelte finanziarie conservatrici e fondamentalmente unità e disciplina in tutte le opzioni NATO nella guerra in Ucraina e nell’imporre sanzioni alla Russia anche se l’Italia fa molto affidamento sui prodotti energetici russi!

La risposta a questa situazione intricata e fluida creata dalle dimissioni e dal ricatto di Draghi arriva facendo semplici ipotesi fatte da analisi fatte da diversi analisti politici che sanno che Draghi è stato portato alla guida di questo governo secondo un piano politico-economico internazionale. Si è messo nella carica di comandante-Presidente del Consiglio per due motivi: per gestire come banchiere le montagne di denaro che l’Italia ha sottratto all’Europa sotto il Presidente del Consiglio Conte e per contribuire al completo annientamento del movimento M5S. E i politici la castrazione a sinistra!

I principali oggetti di scena nella trama di Draghi in questa bizzarra storia di dimissioni sono altri due: il Renzi ex primo ministro del DK che ha aperto il sacco di Aeolos abbattendolo Contareha aperto la strada a manager di grandi interessi finanziari internazionali e poi, più recentemente, a Chios a Maio che ha cercato di infliggere un colpo schiacciante al movimento che era la fonte della sua esistenza politica. ️

Il risultato voto di fiducia a Draghi che verrà registrato nel momento in cui verrà scritto questo semplice pensiero, mostrerà quale strada prenderà la nuova crisi politica nel nostro vicino paese Italia a partire da domani!

Il primo ministro Vasilis

Alberta Trevisan

"Analista certificato. Esploratore a misura di hipster. Amante della birra. Pioniere estremo del web. Troublemaker."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.