Dibattito atomico anche in Italia: Salvini e Lega chiedono referendum

Display del monitor con grafica.

Fonte immagine: pixabay

ROM (dpa-AFX) – A seguito della proposta della Commissione dell’Unione Europea di classificare l’energia nucleare come rispettosa del clima in determinate circostanze, anche l’Italia sta discutendo il ritorno del nucleare. Matteo Salvini della Lega di estrema destra ha accolto la notizia da Bruxelles e vuole costruire un’altra centrale nucleare in Italia. Il Paese non deve restare a guardare, ha twittato il politico nel fine settimana: “Sollevato di essere pronto a raccogliere firme per il referendum che porterà il nostro Paese a un futuro indipendente, sicuro e pulito”.



L’Italia si è ritirata dall’energia nucleare dopo il disastro del reattore di Chernobyl alla fine degli anni ’80. Il paese riceve parte della sua elettricità dall’estero, l’energia nucleare può essere inclusa. Un ritorno al nucleare è stato respinto in un referendum nel 2011. Altri partiti come i Cinque Stelle, come la Lega nel governo multipartitico, hanno rifiutato il nucleare.

Il recente drastico aumento dei prezzi dell’elettricità e del gas è uno dei problemi politici più urgenti dell’Italia. Il presidente del Consiglio Mario Draghi sta cercando di chiedere concessioni alle compagnie energetiche e una soluzione al problema. Di recente ne ha discusso anche con Salvini./msw/DP/he

Fonte: dpa-AFX

© 1994-2022 da boerse.de – fonte prezzi e dati:
ARIVA.DE AG
– boerse.de non è responsabile

Alberta Trevisan

"Analista certificato. Esploratore a misura di hipster. Amante della birra. Pioniere estremo del web. Troublemaker."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.