Dopo essere stato beccato con “Torcid”, ora espelle la Serbia dalla Coppa del Mondo

Il pallanuotista croato Jerko Marinić Kragić è stato uno dei protagonisti della partita in cui i “barracudas” hanno eliminato la Serbia dal Mondiale (14:12).


DJFonte: B92

EPA-EFE / Tibor Illyes

Il pallanuotista dello Spalato Adriatic ha contribuito alla sua vittoria preferita con due gol, e la sua rivale in semifinale è la Spagna.

C’è una storia interessante dietro questo giocatore di pallanuoto, e una che sei anni fa si è distinta più delle altre. Durante il secondo turno della fase a gironi dei Campionati Europei di calcio, la nazionale croata ha incontrato la Repubblica Ceca.

La partita è stata interrotta a causa di un bagliore in un’area dove c’erano i fan di “Fire” e Jerko Marinić Kragić era tra questi. La maggior parte degli arrestati erano membri del “Torcida” di Spalato e lo stesso giocatore di pallanuoto, secondo i media croati, era noto per essere un grande tifoso dell’Hajduk che lo accompagnava in lunghi viaggi in Croazia e in Europa. Non sorprende, considerando che è di Scalice a Spalato.

Ha negato la colpevolezza davanti al tribunale, sottolineando di essere un atleta professionista che, pur amando l’Hajduk, non è un membro della “Torcida”.

Ha iniziato la sua carriera all’età di 16 anni a Mornar dalla sua città natale e si è conclusa in Italia. Ha giocato per tutte le selezioni giovanili della nazionale croata e da junior ha vinto il bronzo europeo nel 2009 e l’oro mondiale nel 2010.

Seguici su Facebook io Instagram pagina, Twitter Account e unisciti a noi Viber Pubblico.

Corrado Bellini

"Amichevole appassionato di Internet. Creatore. Appassionato di zombie impenitente. Imprenditore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.