EastMed: la Commissione parlamentare italiana chiede a Draghi di spingere l’oleodotto

La commissione per le attività produttive del Parlamento italiano ha chiesto al governo di Mario Draghi di dare un nuovo impulso al piano di costruzione del gasdotto EastMed.

I partiti filogovernativi e il Partito ultraconservatore italiano Fratellanza hanno votato a favore della proposta, che è all’ordine del giorno.

Secondo la stampa italiana, “tutto il piano sembra pronto per essere attuato”, mentre l’ambasciata israeliana in Italia ha dichiarato sul quotidiano Il Messaggero, “tutti i Paesi che intendono partecipare a questo sforzo attendono, ora, i risultati delle studi, nel 2022”.

Cosa ha detto Draghi

Da notare che qualche giorno fa il presidente del Consiglio italiano aveva citato EastMed, perché l’Italia – come altri paesi europei – sta cercando di sbarazzarsi delle importazioni russe di gas il prima possibile.

“C’è un altro caso, questo gasdotto EastMed”, ha detto il 31 marzo.

“La Commissione europea studierà la fattibilità del gasdotto”, ha affermato.

L’Italia sembra finalmente spingere per la ripresa dei gasdotti in grado di trasportare gas naturale in Europa attraverso le rotte di Israele, Cipro, Grecia, Italia.

Michela Eneide

"Pensatore. Appassionato di social media impenitente. Guru di viaggi per tutta la vita. Creatore orgoglioso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.