Eurozona: inflazione annua più alta degli ultimi 25 anni, al 5%

(ats) L’istituto statistico europeo non registra tale cifra dalla sua stima iniziale nel gennaio 1997 per i 19 paesi che hanno adottato la moneta unica. A novembre, l’inflazione nella zona euro aveva battuto il record, al 4,9%.

Queste cifre sono ben al di sopra dell’obiettivo della Banca centrale europea (BCE) del 2% di inflazione nella zona euro. Tuttavia, per le istituzioni monetarie, questa inflazione è temporanea e diminuirà nel 2023, dopo aver raggiunto il picco nel 2022.

L’impennata dei prezzi degli ultimi mesi può essere spiegata principalmente dal formidabile aumento dei prezzi del gas e dell’elettricità.

A dicembre, l’aumento annuale dei prezzi dell’energia è stato del 26%, ben al di sopra delle altre componenti, ha affermato Eurostat in una nota.

I prezzi di generi alimentari, alcolici e tabacco sono ancora aumentati del 3,2%, superiore ai prezzi dei beni industriali (2,9%) e dei servizi (2,4%).

Tra le principali economie, Spagna (6,7%) e Germania (5,7%) hanno registrato i maggiori guadagni il mese scorso, superando la media europea. Per contro, i prezzi restano più prudenti in Italia (4,2%) e soprattutto in Francia (3,4%), secondo i dati europei armonizzati calcolati da Eurostat.

L’inflazione è molto alta anche nei paesi baltici, il livello più alto per l’area dell’euro registrato dall’Estonia (12%), davanti alla Lituania (10,7%). Gli aumenti di prezzo minori si sono verificati a Malta (2,6%) e in Finlandia (3,2%).

Riccarda Fallaci

"Imprenditore. Comunicatore pluripremiato. Scrittore. Specialista di social media. Appassionato praticante di zombie."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.