Ferrari – Formula 1: Un anno importante per la Ferrari – Lima… – Sportdog.gr – Notizie sportive | Notizia

Possono battere tutti i record negativi del titolo! Tutti gli appassionati di sport motoristici non vedono l’ora che arrivi la prima gara del campionato di Formula 1 dell’anno, ma i fan della Ferrari hanno diversi motivi importanti per sperare di tornare a correre.

Ferrari: Dopo diversi mesi di attesa e dopo una finale sconvolgente nel precedente campionato piloti, giudicata nell’ultimo round, il circo errante della Fomula 1 ricomincia. La grande agonia di tutti gli amici del motorsport, poiché sia ​​la nuova era delle auto che la battaglia tra Hamilton e Ferstappen prefiguravano una battaglia a tutti i livelli.

Certo un grande punto interrogativo e forse una grande sorpresa non è altro che la presenza della Ferrari. La Scuderia dopo tanti anni e dopo una discreta presenza, rispetto al passato, ha dimostrato di saper essere competitivo, lasciando speranzosi gli amici… podi, vittorie e una stagione che ormai è un ricordo.

Dalla cima al punto più basso…

La Ferrari è senza dubbio la scuderia di punta della Formula 1. Lo dimostra ciò che ha realizzato dal 1950 ad oggi, essendo la squadra con più partecipazioni al Gran Premio (1033), con il maggior numero di campionati costruttori (16 ) ma anche piloti (15 ), mentre allo stesso tempo ha visto 83 volte i suoi piloti fare 1-2 in una gara. Se prendessimo tutti i record che la Scuderia ha stabilito negli anni, potremmo aver bisogno di molto tempo, ma non è quello che vogliamo.

La scuderia italiana è riuscita ad avere una vettura memorabile nella sua potenza dalla fine degli anni ’90 al 2004, mentre la presenza di Michael Schumacher e Rubens Barrichello avrebbe portato cinque campionati piloti e costruttori di fila, facendo parlare tutti. Le cose stanno per iniziare a cambiare poiché la Ferrari rimarrà indietro rispetto a Red Bull e Mercedes, con i campionati ufficiali nel 2007 e 2008, ma anche il titolo del primo anno di Kimi Raikkonen sarà l’ultimo grande momento per il team.

Da quel momento in poi, indipendentemente dagli ottimi piloti che aveva, la Scuderia avrebbe registrato un notevole calo sia in termini di prestazioni che di affidabilità, con l’ultima vittoria registrata nel 2019 al Gran Premio di Singapore con Sebastian Vettel, cosa che continua ancora oggi. , è diventato il secondo record negativo più grande della sua storia. Il precedente record negativo senza vittorie era di 1.400 giorni e partiva dal GP di Spagna del 1990 vinto da Alain Prost e si concludeva nel 1994 con la vittoria di Gerhard Berger nel 1994, mentre se la Scuderia non avesse vinto il 16 luglio 2023 sarebbe riuscita a scrivere… storia.

Allo stesso tempo, nel campionato 2020, l’Italia vivrà la sua peggiore stagione dopo 40 anni, e nel 1980. Quell’anno la Ferrari finì 10° nella casa costruttrice, mentre nel 2020 arrivò 6°, finendo la gara senza vittorie, ovviamente, mentre nel 2020 allo stesso tempo non è riuscito a essere il primo in un solo giro, cosa che accade dal 1992. La prossima stagione la Ferrari darà segni di vita. Con Charles Leclerc e Carlos Saint dopo qualche anno sembrerà abbastanza competitivo in molti Gran Premi, toccherà la vittoria con una vittoria monegasca a Silverstone, con Hamilton che lo sorpasserà a due giri dalla bandiera a scacchi, e sarà pieno di ottimismo dei compagni di squadra. .

Il 2022 è un anno fondamentale per la continuazione e il ritorno del successo

Quest’anno è qualcosa che molti amici italiani stavano aspettando. Le modifiche normative hanno fatto una grande differenza per la vettura, con la Scuderia che cerca di costruire una vettura molto competitiva rispetto agli anni precedenti, non solo con i team più arretrati ma anche con Mercedes e Red Bull. Il team ha affermato che l’auto include molte innovazioni e spera nella lotta per il primo posto della stagione, mentre il fatto che tutti i team abbiano iniziato a costruire l’auto da zero nessuno conosce le loro vere dinamiche.

L’obiettivo alla Ferrari era assolutamente chiaro ed è stato detto dalle labbra più ufficiali, il team leader Matthias Binotto dove ha dichiarato “So che le aspettative sono alte e negli ultimi anni non abbiamo avuto i risultati che volevamo. Non abbiamo avuto le prestazioni che tutti si aspettano dalla Ferrari. Abbiamo seguito tattiche diverse nel 2019 e forse abbiamo avuto molti momenti difficili, ma ha portato a una squadra unita e la F1-75 è il risultato dei nostri sforzi come squadra. Ma ora è il momento di affrontare la concorrenza. Questa è la sfida più grande. Voglio che la F1-75 combatta per la vittoria in ogni gara quest’anno, per essere la macchina migliore. Abbiamo degli obblighi nei confronti della nostra azienda e dei nostri partner. Soprattutto, voglio che questa macchina si comporti in modo tale da rendere orgogliosi i nostri fan».

Le prime impressioni della Ferrari, tuttavia, furono molto incoraggianti per i suoi amici. I Reds si sono comportati abbastanza velocemente nei test di Barcellona e nelle prove libere del primo Gran Premio del Bahrain, ma ovviamente anche con la pole position di Charles Leclerc. Allo stesso tempo, i due piloti della squadra sembravano più assetati che mai, con Carlos Saint e Charles Leclerc che sembravano pronti a riportare la squadra al successo. Allo stesso tempo, una volta in più che la Scuderia ha rispetto ad altre nello sviluppo della vettura, ma anche cinque tunnel aerodinamici in più rispetto ad altri team e soprattutto con Mercedes e Red Bull forniranno maggiori opportunità di sviluppo. Tutto sembrava perfetto, almeno, fino allo spegnimento dei primi sei semafori rossi in Bahrain… Da lì abbiamo aspettato e sperato di sentire Forza Ferrari anche quest’anno alla radio del pilota!

Segui sportdog.gr su Google News e sii il primo a sapere tutto Notizie sportive

Vedi tutto Notizie sportive dalla Grecia e dal mondo, su sportdog.gr

COMMENTA QUELLO

Corrado Bellini

"Amichevole appassionato di Internet. Creatore. Appassionato di zombie impenitente. Imprenditore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.