Forum annuale: Francia e Italia in un nuovo contesto europeo

Il dialogo franco-italiano, lanciato nel 2018 dall’università francese Sciences Po e dall’università italiana Luiss Guido Carli in collaborazione con The European House-Ambrosetti, ha organizzato questa 5a edizione del Forum annuale, che seguirà il 9 giugno 2022 (quest’anno a Parigi, presso Sciences Po).

L’Europa si prepara, all’inizio del 2022, a dedicare i suoi sforzi alla ripresa socioeconomica dopo due anni di pandemia. Ma l’invasione russa dell’Ucraina e lo scoppio della guerra hanno scosso i fragili equilibri europei e internazionali, a cui l’Unione Europea ha risposto con un fronte unito.
Sul fronte economico, Francia e Italia stanno portando avanti iniziative volte a contrastare l’impatto del blocco delle esportazioni, sia a livello nazionale che europeo. Come rivedere la governance dell’economia europea per acquisire maggiore autonomia nei settori strategici? Quali riforme del Patto di stabilità dovrebbero essere attuate vista la situazione attuale?
La guerra in Ucraina è strettamente legata alla crisi energetica, a causa della sua dipendenza dal gas russo. In questa fase si sta sviluppando una politica energetica europea comune; sono in corso discussioni sull’acquisto e lo stoccaggio congiunti di gas, sulla diversificazione dell’offerta e sui limiti di prezzo per gli acquisti. Quali politiche energetiche a lungo termine devono essere adottate? In che modo questa situazione influisce sugli sforzi di transizione energetica verso le fonti di energia rinnovabile?

Dialogo franco-italiano per l’Europa: una piattaforma di discussione ad alto livello

Il Dialogo franco-italiano per l’Europa è una piattaforma di discussione ad alto livello per i leader francesi e italiani. Vi si incontrano regolarmente e discutono, in segreto e apertamente, di questioni prioritarie per le imprese e l’economia, e più in generale per il futuro dell’Europa e dei suoi giovani, definiscono strategie e formulano proposte per rafforzare ulteriormente le relazioni tra i due Paesi.
Lanciato nel 2018 dall’università francese Sciences Po e dall’università italiana Luiss Guido Carli in collaborazione con The European House-Ambrosetti, il progetto ha una durata pluriennale e si svolge alternativamente a Roma e Parigi. In occasione della firma dell’Accordo del Quirinale il 26 novembre, il Dialogo franco-italiano per l’Europa è stato applaudito nella Roadmap franco-italiana per il ruolo svolto nel promuovere il dibattito sulle politiche pubbliche europee e la loro copertura mediatica.

Il Forum Annuale 2022 vedrà la presenza di figure chiave:
Franco Bassanini (Presidente, Fondazione Astrid), Pierre de Gasquet (Giornalista, Eco), Valerio De Molli (Managing Partner & CEO, The European – House Ambrosetti), Gian Luca Erbacci (President Europe, Alstom), Erkki Maillard (Senior Vice President, EDF), Philippe Martin (Professor, Sciences Po), Christian Masset ( Ambasciatore di Francia a Roma), Marcello Messori (Professore, Luiss Guido Carli), Giorgio Modica (Chief Financial Officer, Euronext), Xavier Ragot (Presidente, OFCE – Osservatorio Francese delle Condizioni Economiche-Scienze Po), Paola Severino (Vice Presidente, Luiss Guido Carli), Mathias Vicherat (Direttore, Scienze Po).
Moderazione di Marc Lazar (Docente, Scienze Po e Luiss).

Programma del Forum Annuale del Dialogo franco-italiano 2022
• Introduzione
• Sessione 1: Francia e Italia nel contesto della nuova economia europea
• Sessione 2: Transizione all’indipendenza energetica in Europa
• Sessione 3: Impegni politici francesi e italiani per un’Europa più unita
• Conclusione

Scopri di più e registrati

Riccarda Fallaci

"Imprenditore. Comunicatore pluripremiato. Scrittore. Specialista di social media. Appassionato praticante di zombie."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.