Freddy News Rincón: Pinto: Freddy è andato in America più per affari, suonare a Santa Fe è speciale | Estendere

Incidente di Freddy Rincon Kecelakaan generare tutti i tipi di messaggi per supportare il rapido recupero di Coloso de Buenaventura. L’ex giocatore rimane in condizioni critiche e senza ulteriori evoluzioni, secondo l’ultima sezione medica consegnata dalla Clinica Imbanaco di Cali.

In dialogo con Radio El Alargue de Caracol, L’allenatore della Colombia Jorge Luis Pinto, un caro amicoinviare messaggi di supporto e pronta guarigione agli ex giocatori della Nazionale, ricordando la loro stretta relazione.

Potrebbe interessarti:

“Che ha fiducia che si riprenderà, tutti i colombiani gli augurano ogni bene, sta attraversando il momento più difficile. Come gli avevo detto, doveva ripensarci, improvvisamente gli mancava qualcosa nella vita. quindi ha stabilità emotiva”, ha detto Pinto.

Jorge Luis Pinto è stato l’allenatore che ha fatto debuttare Freddy Rincón da professionista all’Independiente Santa Fe nel 1986, squadra dove ha anche vinto il suo primo titolo con la Copa Colombia del 1989.

“La conoscenza del processo che ho con Freddy da quando ce l’ho a Santa Fe, È un uomo molto dedito al lavoro, l’ho conosciuto e siamo molto legati, ho sempre apprezzato e ammirato il modo di Freddy, la lealtà di un uomo sano”, ha detto.

È stato Pinto a dargli per primo l’opportunità di far parte dello staff tecnico del club colombiano, quindi è rimasto sorpreso da situazioni vissute dagli ex giocatori.

Guarda anche:

“Ho sempre creduto che fosse uno dei pochi giocatori ad averlo fatto esperienza molto vasta in Colombia, Spagna, Italia e BrasileÈ il mondo del calcio di cui discutiamo sempre, ho sempre creduto che dovesse rimanere in qualcosa di calcio dopo, per questo non ho esitato a portarlo al Millonarios, per l’immagine che ha sempre rappresentato”, ha detto.

Jorge Luis Pinto ha colto l’occasione per dire la verità sulla firma di Freddy Rincón per l’América de Cali, quando indossa la maglia dell’Independiente Santa Fe.

“Ogni volta, da quando era un giocatore, la sua fedeltà al lavoro è stata impressionante, la sua dedizione e amore per il calcio. Molte volte l’ho consigliato, mi ha fatto delle domande. Il cambiamento per l’America è più una questione di affari, ma la sensazione di suonare con Santa Fe è molto speciale”, ha ammesso Pinto.

“Il dottor Ochoa, quando c’erano le trattative per l’America, mi ha chiamato per chiedere di Freddy, gli ho detto “dottore, chi ha segnato Freddy oggi nel mondo?” è stato il successo in America e la Copa Libertadorescampionati a cui ha partecipato con l’America”, ha aggiunto.

Pinto ricorda che Freddy Rincón era un giocatore molto versatile in campo, al punto che è stato in grado di metterla in dieci posizioni diverse.

“Freddy En Santa Fe ha giocato quasi dieci posizioni, gli manca un portiere. Ha girato i campi colombiani, per così dire”, ha detto.

Poiché il secondo staff tecnico è Freddy Rincón, accompagnando il suo amico Jorge Luis Pinto: “Freddy è uno dei giocatori più posseduti al mondo, è ora di dargli una guida e sfruttare la sua esperienza. Ricordo che ai giocatori di Millionaires piaceva molto parlare con lui, gli ho detto di raccontare loro com’era la sua esperienza in tutto Paesi, per loro sognarlo è un contributo molto importante che considero per i giocatori”.

Emiliano Brichese

"Esploratore. Pensatore. Evangelista di viaggi freelance. Creatore amichevole. Comunicatore. Giocatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.