Generale italiano: Il tono è aumentato troppo – C’è pericolo di guerra mondiale

“Ci sono due parti: una negoziazione e l’altra guerra, scelte da coloro che non vogliono negoziare perché credono che questa guerra dovrebbe finire con vincitori e vinti”, ha detto il generale italiano Marco Bertolini. , sopra), nella sua dichiarazione alla televisione italiana Rete 4, sul proseguimento della guerra in Ucraina.

Corrosione dell’area di scambio

“Questo tono ascendente non ha fatto altro che erodere la scena commerciale”, ha detto, secondo iltempo.it. “Dobbiamo essere sedotti dalle emozioni ma andare avanti seguendo la strategia.

Il generale Bertolini non ha dubbi che paragonare Vladimir Putin a Hitler sia assurdo, anzi esacerba notevolmente la già complicata situazione in Ucraina, dove la Russia invade da settimane:

“Se Putin è il capo dello Stato da processare, come è successo a Norimberga, se rappresenta chiaramente un male assoluto di cui non si può parlare, allora la possibilità di raggiungere un accordo di pace, dal quale entrambi guadagnano e perdono, non è- esistente”.

Due soluzioni

Quindi, secondo il generale, restano due soluzioni: la prima (e peggiore) “è l’intervento della Nato e quindi una guerra generale dall’esito incerto, che coinvolgerà tutti noi e causerà danni incalcolabili all’intero continente”. .”

La seconda (ma indesiderabile) “è che, di fronte all’impossibilità di raggiungere la pace attraverso negoziati, Putin cercherà di insediarsi sul territorio del territorio ucraino che ha conquistato mentre d’altra parte ci sarà uno Stato (l’Ucraina) che rimanere ostile “perché non negozierà con lui e continuerà a rafforzarsi come negli ultimi anni con sempre più armi, aiuti e così via per continuare questa guerra contro la Russia”.

Entrambi gli scenari sono ugualmente tragici ed è per questo che c’è una sola soluzione: “promuovere la recessione e la diplomazia per raggiungere una composizione che permetta all’Ucraina, in primis, perché vittima di questa situazione, ma anche in Russia, di avere un dopoguerra.” “.

Michela Eneide

"Pensatore. Appassionato di social media impenitente. Guru di viaggi per tutta la vita. Creatore orgoglioso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.