Gioco tradizionale contro tecnologia – El Sol de Zacatecas

Chi di noi non ricorda i nostri giochi d’infanzia? I giorni in cui giocavamo a biglie, latte per bambini o spinner, e allo stesso tempo vivevamo con i nostri vicini, con i nostri fratelli e sorelle. È passato molto tempo e da allora molte cose sono cambiate. Ogni giorno vediamo meno bambini per strada, ogni giorno vediamo che l’uso del tablet o del cellulare sembra aver sostituito la sana ricreazione offerta dai nostri giochi tradizionali.

È un peccato che molti bambini e adolescenti oggi abbiano il loro obiettivo finale o la più grande aspirazione a diventare famosi sui social network, oggi trascorrono la maggior parte del loro tempo su Tiktok, su YouTube, su Instagram, su Facebook. Oggi le piattaforme digitali hanno guadagnato terreno nella realtà, sulle relazioni personali umane. E sembra che questa sia la tendenza della nostra società, a sminuirci, a spersonalizzarci, a capire le relazioni attraverso gli schermi.

Per questo sono molto lieto di ricevere Gerardo Montero di Fresnillo, un giovane di Veracruz riconosciuto come campione internazionale di trottola e che promuove i valori attraverso la pratica del gioco tradizionale. Ho deciso di invitare lui ei Fresnillen fuori con il buon gusto in bocca, soprattutto ragazze e ragazzi delle scuole pubbliche e private, che frequentava per presentare i loro laboratori e mostre.

Gerardo Montero, come riferimento, è stato presente in programmi internazionali, in interviste esclusive. Ha anche partecipato al famoso mshow, El Hormiguero, dalla Spagna; a Tengo Talento, Mucho Talento, a Sabadazo, tra gli altri, condividono esperienze, apprendimenti, nonché le vittorie e le soddisfazioni che lo hanno portato, dedicando la sua vita a questo nobile lavoro. Colgo l’occasione, caro lettore, per ringraziarti, da questo spazio, per la tua gentile visita al comune di Fresnillo.

E sono d’accordo con la sua visione, i giochi tradizionali sono proprio questo, il modo perfetto per generare legami sani, amicizie, convivenza. Sono un modo per conoscere la diversità e la ricca cultura dei paesi in cui sono stati e per poter confrontare come, nel caso particolare delle trottole, sia stato presente in tutti i continenti del mondo. Secondo Gerardo, la stessa partita è stata giocata in Messico così come in Turchia, Italia, Germania, Stati Uniti, Russia, solo per citarne alcuni.

Ma il fatto di avere il campione internazionale di spinning più alto del mondo non riguarda solo le semplici prestazioni, ma ci aiuta anche a preservare la storia e i ricordi. Sono consapevole che non possiamo eliminare il progresso tecnologico, tanto meno portarlo via dai bambini, la tecnologia non è necessariamente una cosa negativa, ma so anche che, come società, non possiamo ignorare la nostra responsabilità di formare una nuova generazione e darle validità alle nostre tradizioni.

Qualcuno potrebbe dire che la tradizione non è importante, ma solo pochi giorni fa abbiamo visto come centinaia di famiglie si sono radunate attorno alla celebrazione della chiamata all’indipendenza, consideriamo queste celebrazioni, giochi, assembramenti come qualcosa di fondamentale per la base. la società è famiglia.

Gerardo Consoli

"Studente professionista di alcol. Drogato di bacon. Evangelista del web. Pensatore per tutta la vita. Appassionato di caffè. Appassionato di tv."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.