Gli incendi continuano a devastare l’Europa. Creta e la Francia meridionale in fiamme

I vigili del fuoco nell’Europa meridionale stanno combattendo da diversi giorni incendi diffusi. Più di 14.000 persone hanno dovuto lasciare le loro case nel sud della Francia. Gli incendi nel sud della Spagna hanno allontanato dalle loro case almeno 2.300 persone. Anche Portogallo, Italia e Grecia stanno affrontando le conseguenze dell’ondata di caldo. Nel Regno Unito, a causa del livello più alto di allerta per il caldo, il team di crisi del governo si riunisce per la prima volta.

Gli incendi nel sud della Francia hanno bruciato più di 22.000 ettari. La situazione più grave è nella regione della Gironda vicino alla città di Bordeaux, dove sono stati schierati più di 1.200 vigili del fuoco e cinque aerei.

“Questa è l’opera di Ercole”, disse dle Francia24 Il tenente colonnello Olivier Chavatte dei vigili del fuoco e dei servizi di salvataggio, che ha schierato 1.200 vigili del fuoco. “Diversi incendi sono ancora attivi in ​​Francia”, ha detto domenica il ministro dell’Interno Gerald Darmanin su Twitter. “I nostri vigili del fuoco hanno combattuto il fuoco con un coraggio incredibile”, ha aggiunto.

Da martedì, più di 14.000 persone, compresi i turisti, hanno dovuto essere evacuate. Météo France, la stazione meteorologica nazionale, prevede temperature di almeno 40 gradi Celsius sulla costa atlantica del paese da domenica a martedì.

“Stiamo attraversando una stagione molto difficile”, ha detto venerdì il presidente Emmanuel Macron a Parigi. “Abbiamo già tre volte più foreste bruciate rispetto al 2020”, ha aggiunto.

I vigili del fuoco stanno anche combattendo dozzine di incendi in Grecia, Portogallo e Spagna. “È chiaro che più lunga è l’ondata di caldo, maggiore è l’impatto sulla questione degli incendi boschivi e anche sulla salute pubblica”, ha affermato Rubén del Campo, portavoce dell’agenzia meteorologica spagnola.

Il ministero della Salute portoghese ha dichiarato questa settimana che ci sono stati 238 decessi in eccesso nel paese dal 7 al 13 luglio durante il periodo delle alte temperature. Tuttavia, non è chiaro quanti di questi decessi siano stati causati dal caldo.

I greci stanno combattendo più di 50 incendi, il più grande sull’isola di Creta e nella regione di Saronicos a sud-est di Atene.

Anche la Gran Bretagna si sta preparando per il caldo estremo. Le temperature potrebbero raggiungere i 40°C in alcune parti del Regno Unito tra Londra, Manchester e York lunedì e martedì della prossima settimana, ha affermato il Met Office. Il record attuale è di 38,7 gradi misurato nel 2019 a Cambridge.

“Le previsioni di martedì sono sorprendentemente quasi identiche per la maggior parte del paese”, ha twittato Simon Lee, uno scienziato dell’atmosfera alla Columbia University di New York. In un post successivo, ha aggiunto che “ciò che arriverà martedì offre uno sguardo al futuro”. Tuttavia, si prevede che tali previsioni diventeranno comuni entro 30 anni.

In previsione delle temperature record nel Regno Unito, il Comitato di emergenza Cobra del governo si è riunito sabato.

Alla luce del caldo, l’autorità sanitaria britannica UKHSA ha avvertito dei rischi che corrono anche le persone sane in buone condizioni. Tuttavia, i gruppi più minacciati sono gli anziani o gli infermi. Secondo la BBC, migliaia di persone potrebbero morire a causa dell’ondata di caldo.

Le autorità delle Alpi francesi hanno esortato gli alpinisti diretti al Monte Bianco, la montagna più alta d’Europa, a rimandare il loro viaggio a causa delle ripetute cadute di massi causate da “condizioni climatiche eccezionali” e “siccità”. Parte del più grande ghiacciaio alpino d’Italia si è ritirato all’inizio di questo mese, uccidendo 11 persone. I funzionari danno la colpa al cambiamento climatico.

Michela Eneide

"Pensatore. Appassionato di social media impenitente. Guru di viaggi per tutta la vita. Creatore orgoglioso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.