Gli ultimi requisiti regionali di coprifuoco e mascherine in Italia…

/image alleanza, Ronchini

Roma – Alla luce del calo dei casi di coronavirus, oggi in Italia è stato revocato l’obbligo della mascherina per esterni. A livello nazionale, l’obbligo di indossare una maschera per la bocca ora si applica solo nelle aree interne accessibili al pubblico e nei luoghi visitati di frequente all’aria aperta.

Anche l’ultimo coprifuoco regionale in vigore è stato revocato. Nel nord-ovest della Valle d’Aosta il coprifuoco è stato revocato tra mezzanotte e le 5 del mattino. Un terzo della popolazione italiana di età superiore ai 12 anni era stato vaccinato domenica, secondo il governo, per un totale di oltre 17,5 milioni di persone.

Nonostante i progressi, il ministro della Salute Roberto Speranza ha avvertito i residenti di rimanere vigili. “La lotta non è ancora finita”, ha detto. I turisti provenienti dall’Unione Europea, dal Regno Unito, dagli Stati Uniti, dal Canada e dal Giappone possono anche entrare nel Paese senza quarantena se sono vaccinati o possono mostrare un risultato negativo del test.

La scorsa primavera l’Italia è diventata il primo Paese europeo in cui il coronavirus si è diffuso rapidamente. Complessivamente, l’Italia è uno dei Paesi più colpiti dalla pandemia al mondo, con oltre 4,25 milioni di contagi rilevati e oltre 127.000 decessi. Di recente, il numero di contagi e decessi è diminuito drasticamente. Tuttavia, anche in Italia si sta diffondendo la variante delta del coronavirus, considerata altamente contagiosa. © afp / aerzteblatt.de

Alberta Trevisan

"Analista certificato. Esploratore a misura di hipster. Amante della birra. Pioniere estremo del web. Troublemaker."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.