Grecia nello stesso gruppo di Kosovo, Irlanda del Nord e Cipro (o Estonia)

il suo viaggio nazionale greca nella Lega delle Nazioni prende il via il prossimo giugno e si effettuano i sorteggi per gli avversari conosciuti. Per il terzo torneo consecutivo, il Kosovo sarà uno degli avversari dei Biancoazzurri, dopo le qualificazioni della Nations League e l’ultimo Mondiale. La nostra Nazionale è nell’urna 2 di Lega C e fuori dal Kosovo, sulla strada troverà la vincente tra Cipro ed Estonia (hanno giocato i play-out per rimanere nella categoria), così come l’Irlanda del Nord dall’urna 1, evitando così il ostacolo più impegnativo della Turchia e della Slovacchia.

Gruppo Grecia nella prossima Nations League
2° gruppo

Irlanda del Nord

Hellas

Kosovo
Cipro / Estonia

Cosa cercano i nostri Nazionali nella Società delle Nazioni
Attualmente, il formato del torneo non è definitivo e sarà di conseguenza legato a Euro 2024. La UEFA annuncerà tutti i dettagli della sua partecipazione il prossimo giugno, data la prima.

Molto probabilmente, tuttavia, si tratta di una versione simile al 2019, motivo per cui la Grecia dovrà rivendicare il primo posto o il miglior piazzamento per avere un “cuscino di sicurezza” se non si assicura un biglietto attraverso le qualifiche.

Fino a poco tempo fa, la Nations League era la seconda possibilità di qualificarsi agli Europei o ai Mondiali. L’Austria e la Repubblica Ceca, ad esempio, si sono assicurate un biglietto per le qualificazioni ai Mondiali del prossimo marzo, in quanto le due migliori vincitrici dei gironi della Nations League che non sono riuscite a finire al 1° o al 2° posto nelle qualificazioni. Nell’edizione inaugurale del torneo 2018-19, sono stati assegnati i quattro biglietti finali per Euro 2020 attraverso la Nations League e i play-off a cui hanno partecipato 16 squadre: le vincitrici dei gironi e quelle con la posizione più alta in classifica che hanno vinto non qualificarsi per un biglietto.

Programma della Società delle Nazioni:
Partita 1 e 2: 2-8 giugno 2022
3a e 4a partita: 8-14 giugno 2022
5° e 6° incontro: 22-27 settembre 2022

Tutti i gruppi in quattro categorie
Lega A
Gruppo 1
Francia
Danimarca
Croazia
Austria

2° gruppo
spagnolo
Portogallo
Svizzera
Repubblica Ceca

3° gruppo
Italia
Tedesco
inglese
Ungheria

4° gruppo
Belgio
olandese
Polonia
Galles

Serie B
Gruppo 1
Ucraina
Scozia
Irlanda
Armenia

2° gruppo
Islanda
Russia
Israele
Albania

3° gruppo
Bosnia Erzegovina
Finlandia
Romania
Montenegro

4° gruppo
Svezia
Norvegia
Serbia
Slovenia

Lega C
Gruppo 1
tacchino
Lussemburgo
Lituania
Isole Faroe

3° gruppo
Slovacchia
Bielorussia
Azerbaigian
Kazakistan / Moldavia

4° gruppo
Bulgaria
Macedonia del Nord
agricoltura
Gibilterra

Lega D
Gruppo 1
Liechtenstein
Kazakistan / Moldavia
andorra
Lettonia

2° gruppo
Malta
Cipro / Estonia
San Marino

Formato della Nations League quest’anno
La Lega A, B, C sarà composta da 16 squadre nazionali ciascuna, che saranno divise in quattro gironi uguali. La capolista del 4° posto del girone della Lega A si contenderà il trofeo nel giugno 2023 (la partita si terrà in una delle quattro nazioni). In altri campionati, il primo posto è uguale alla promozione.

In Lega D, le sette Nazionali saranno divise in due gironi da quattro e tre squadre. La squadra che arriverà ultima in Lega A e Lega B, sarà immediatamente retrocessa in una serie inferiore. La squadra che arriverà ultima nel girone di Lega C entrerà in una partita di play-out a marzo 2024 e due delle quattro saranno retrocesse in Lega D. Oggi, 51 delle 55 squadre partecipanti alla UNL 2022, sanno in quale campionato stanno giocando in. giocheremo.

Kazakistan, Moldavia, Cipro ed Estonia giocheranno partite di play-out il prossimo marzo per determinare quali due nazionali verranno mantenute in Lega C e quali saranno retrocesse in Lega D.

Chi è stato il vincitore nel torneo precedente?
Il primo paese a farsi carico della cronologia della Final 4 è stato il Portogallo nel 2019, che è arrivato addirittura alla fine del percorso e ha festeggiato la corsa per il trofeo.
Dopo una comoda vittoria per 3-1 in semifinale contro la Svizzera, i campioni d’Europa hanno continuato a vincere 1-0 sull’Olanda nella finalissima e sono diventati i primi ad essere dichiarati vincitori del torneo appena formato. Due anni dopo tocca alla Francia prendere il testimone e sostituire i portoghesi sul trono della Società delle Nazioni.

Dopo essere riusciti a fare un incubo e lasciare il Belgio 3-2, tutti i Deschamps si sono schierati nella finale “San Siro” contro la Spagna.
Fourias Rojas aveva eliminato l’Italia in semifinale, cercando vendetta per l’esclusione dagli Europei, ma le cose erano diverse contro la Francia. Con Bape e Benzema a referto, i Tricolori si aggiudicano la vittoria per 2-1 e alzano un pesante trofeo nei cieli di Milano.

La Grecia in Nations League
Terza Lega delle Nazioni, terzo tentativo della Nazionale per risultati migliori e promozione in Lega B. Nel suo primo corso nella Lega delle Nazioni, la Grecia ha affrontato Finlandia, Ungheria ed Estonia.

I nostri nazionali hanno vinto ogni squadra una volta, ma hanno perso tutto, chiudendo al terzo posto nel girone con nove punti, dietro Finlandia (12 punti) – Ungheria (10 punti) e sull’Estonia, che ha vinto ad OAKA l’ultima partita.

La Nazionale ha iniziato i suoi impegni con Mikael Skibe, che ha guidato la nostra rappresentativa in quattro partite ed è stato esonerato dopo la sconfitta in Finlandia (2-0). Il tecnico tedesco è stato sostituito nelle ultime due partite del torneo da Angelos Athanasiadis. L’esperto allenatore ha portato la nazionale alla vittoria sulla Finlandia (1-0) e alla sconfitta contro l’Estonia (0-1).

Nella loro seconda partecipazione, la Grecia si è comportata meglio, ma ancora una volta non è riuscita a raggiungere i suoi obiettivi e a passare in vantaggio. Slovenia, Kosovo e Moldavia sono sulla strada del “biancoblu”.

Ethniki ha compiuto il suo dovere imbattuto, con tre vittorie e altrettanti pareggi (12 punti). La squadra di John Fant Sip ha battuto la Moldova in casa e in trasferta (2-0, 0-2) e ha vinto la “doppietta” in Kosovo (1-2) Anche se imbattuta, la Grecia non è riuscita a prendere il comando della Slovenia, che ha ottenuto quattro vittorie e due pareggi (14 punti). La nostra rappresentativa avrebbe potuto segnare il primo gol nell’ultima partita con la squadra slovena a Rizoupoli, ma era ancora in un pareggio “bianco”.

Fonte: www.gazzetta.gr

Seguilo protothema.gr su Google News e sii il primo a conoscere tutte le novità

Vedi tutte le ultime notizie dalla Grecia e dal mondo, come succede, su Protothema.gr

Aroldo Giovinco

"Amante della musica aspirante. Scrittore. Avido esperto di birra. Lettore pluripremiato. Studioso di social media. Esperto di cibo a misura di hipster. Pioniere della TV."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.