Guerra in Ucraina: vernice rossa viene lanciata nel lago vicino all’ambasciata russa in Lituania

Gli attivisti si sono recati di notte al lago vicino all’ambasciata russa a Vilnius, in Lituania, e hanno lanciato grandi quantità di vernice rossa.

Quando venne l’alba, era come se il lago non avesse acqua tranne che sangue. Il gruppo di attivisti ha protestato contro il massacro di civili da parte delle truppe russe in Ucraina.

A quanto pare, gli attivisti non hanno agito da soli. In precedenza avevano raggiunto un accordo con il governo della città che concedeva loro il permesso di avvicinarsi all’ambasciata e sverniciare.

Secondo le informazioni, il colore rosso che utilizzano è ecologico al 100% e dopo pochi giorni si dissolverà in acqua senza causare problemi ambientali.

Tra i membri che hanno preso parte a questa azione c’era Ruta Meilutite della Lituania olimpica. Che per inciso si tuffa e nuota nel lago rosso sangue.

E altre reazioni

Tuttavia, il colore rosso in questo lago non è la prima volta che accade. Reagiamo anche all’uccisione di civili russi nella villa dell’oligarca russo Vladimir Soloviev sul Lago di Como in Italia.

Alcuni giorni fa, gli attivisti sono entrati nella sua casa e hanno gettato della vernice rossa nella sua piscina, facendola sembrare sangue, mentre scrivevano anche slogan contro la guerra sui muri.

Sempre qualche giorno fa nella Repubblica Ceca, gli attivisti sono andati a dipingere di rosso le scale all’ingresso dell’ambasciata russa nella capitale ceca, Praga.

Michela Eneide

"Pensatore. Appassionato di social media impenitente. Guru di viaggi per tutta la vita. Creatore orgoglioso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.