Guerra Ucraina – Russia: oggi last minute, live | Putin celebra il Giorno della Vittoria

Un duro colpo alla principale banca russa

Questa settimana gli Stati Uniti hanno annunciato nuove sanzioni, tra cui: Restrizioni sui visti per 27 direttori di Gazprombank con l’obiettivo di fornire un “avvertimento” all’entità, una filiale bancaria della compagnia di gas statale russa Gazprom, secondo un alto funzionario statunitense.

Gazprombank è l’unica banca autorizzata dal governo Putin e l’unico modo per i membri dell’UE di effettuare i pagamenti del gas russo. Dopo che l’Occidente ha limitato il rublo russo, Putin ha trovato una formula alla Gazprombank in modo che la tua valuta non venga svalutata. Tuttavia, poiché le sanzioni non erano rivolte alla banca stessa ma ai suoi amministratori, I paesi europei potranno riprendere il commercio con la Russiadisse la fonte.

Nel frattempo, l’Europa continua ad affrontare la questione dell’approvazione definitiva dell’energia russa. L’ostacolo principale è l’Ungheria, uno dei paesi dell’UE più dipendenti dal petrolio e dal gas russo, che rifiutarsi di interrompere l’importazione di energia da Mosca. Per questo motivo, e perché l’Ue deve accettare all’unanimità le sanzioni, il sesto pacchetto di azioni contro la Russia è rinviato.

Sono appena state sanzionate 2.600 persone

Washington ha anche reagito contro otto alti funzionari dell’entità Sberbank, la più importante in Russia, per aver rappresentato il 37% del suo sistema finanziario. In totale, lo hanno annunciato oggi gli Stati Uniti azioni simili contro 2.600 persone che secondo lui fanno parte dell’élite russa o di funzionari russi o bielorussi, che avrebbero contribuito a compiere aggressioni contro la sovranità ucraina o avrebbero violato i diritti umani.

D’altra parte, il governo degli Stati Uniti ha reagito contro tre reti televisive: Channel One, Rossiya e NTV, quest’ultimo è di proprietà del potente gruppo di comunicazione Gazprom-Media, che è una sussidiaria di Gazprom. Washington accusa la rete di far parte della “macchina” della propaganda di Putin. A seguito delle sanzioni, le tre stazioni avranno vietato ottenere la tecnologia necessaria per effettuare la loro trasmissionedalle telecamere e microfoni di fabbricazione statunitense alle apparecchiature audio e ai sistemi di illuminazione.

Washington ha anche annunciato sanzioni contro Promtecnologiauna società che produce armi usate dalle truppe russe in Ucraina, così come contro sette compagnie di navigazione che possiede o gestisce 69 navi e un’agenzia di rimorchio. resterà anche lui sono vietate le vendite in Russia da parte di società statunitensi di materiali industriali che potrebbero essere utilizzati per la guerra in Ucraina, come bulldozer, macchinari industriali, ventilatori, caldaie e prodotti in legno. Inoltre, il governo degli Stati Uniti stabilisce che le società statunitensi. non può fornire servizi di contabilità e consulenza a qualsiasi persona o entità russa.

Gerardo Consoli

"Studente professionista di alcol. Drogato di bacon. Evangelista del web. Pensatore per tutta la vita. Appassionato di caffè. Appassionato di tv."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.