Héctor Grisi, ex Credit Suisse entrato in Santander nel 2015 e dirigente nel 2023

Santander ha annunciato venerdì l’elezione di Héctor Grisi come successore dell’attuale CEO, José Antonio lvarez, una modifica che entrerà in vigore il 1 gennaio 2023, previa approvazione del caso.

Grisi è entrato a far parte del gruppo bancario nel 2015 come CEO di Santander Messico, da Credit Suisse, dove ha sviluppato la sua carriera in 18 anni, ricoprendo varie posizioni di responsabilità, tra cui direttore dell’investment banking per Messico, America Centrale e Caraibi e successivamente CEO e CEO di Credit Mexican suisse. Ha studiato in Messico e Canada e si è laureato in Finanza presso l’Universidad Iberoamericana.

Santander ha osservato che, in qualità di capo della sua controllata messicana, Grisi aveva promosso una “grande trasformazione” dell’attività, realizzando un ritorno rettificato sul capitale tangibile ordinario del 31% entro la fine di marzo 2022. I risultati del primo trimestre dell’anno hanno mostrato un aumento in una tale grandezza come profitto, margine di interesse o importo del cliente.

In particolare, l’utile ha registrato un aumento del 36,8% tra gennaio e marzo di quest’anno rispetto allo stesso periodo del 2021, raggiungendo i 249 milioni di euro. La filiale messicana ha contribuito per quasi il 10% agli utili del gruppo nel periodo. Inoltre, il margine di interesse è aumentato di quasi il 13%, a 753 milioni, mentre i clienti fedeli sono aumentati del 9,6%, a 4.002, e gli abbonati digitali sono aumentati del 10,9%, a 5.668.

L’entità ha evidenziato che Grisi ha classificato Santander “tra le principali banche del paese” nelle attività di PMI, imprese, mutui e finanza di progetto.

Allo stesso modo, tieni presente che Santander Messico si sta attualmente preparando a competere nella gara per l’attività di vendita al dettaglio di Citi nel paese, Banamex, insieme ad altre entità come Inbursa, la banca di Carlos Slim. A questo proposito, Botín ha più volte confermato la sua intenzione di partecipare all’operazione, pur avendo stabilito una serie di condizioni, come poter effettuare pagamenti in contanti e poter regolare senza emettere azioni.

A maggio, Botín ha dichiarato che Santander voleva continuare a crescere in Messico e si è assicurato di poter raggiungere tutti i suoi obiettivi in ​​modo organico, senza bisogno di un intervento chirurgico.

MOMENTUM DELLA REGIONE NORD AMERICANA

Inoltre, nel 2019, Héctor Grisi è stato nominato Regional Manager per il Nord America, i cui mercati principali sono il Messico e gli Stati Uniti. Nel 2021 gli Stati Uniti hanno ottenuto il miglior risultato della loro storia, con un utile di 2.326 milioni di euro, rispetto ai 552 milioni del 2018, ed è stato il Paese che ha dato il maggior contributo agli utili di gruppo dello scorso anno.

Tenendo conto dei risultati del primo trimestre, la controllata statunitense ha più che raddoppiato il proprio utile netto, a 1.378 milioni di euro, anche se resta indietro rispetto al Brasile come Paese con il maggior contributo al gruppo.

In quanto tale, la banca dimostra che sotto la guida di Grisi, la connettività tra i mercati nordamericani è migliorata, consentendole di sfruttare le opportunità di business transfrontaliere, aumentare l’efficienza e promuovere l’obiettivo della banca di costruire un modello operativo comune, “One Santander”. Sottolinea inoltre che, di conseguenza, la regione ha raddoppiato i suoi guadagni dal 2019.

SUCCESSO LVAREZ E ASSEGNAZIONE DEL POTERE

In questo modo, l’ente ha selezionato una persona interna in sostituzione del braccio destro del presidente del gruppo, Ana Botín, e chiuderà il processo di sostituzione iniziato a settembre 2018, con la mancata firma di Andrea Orcel come successore di lvarez. .

Santander ha fatto marcia indietro sull’incorporazione italiana, decisione che ha avuto ripercussioni legali, poiché Orcel ha citato in giudizio la banca chiedendo la validità del contratto il 24 settembre 2018 è stato annunciato e la banca cantabrica è stata punita per risarcirlo. L’entità ha sostenuto nella sua difesa che la lettera di offerta inviata a Orcel non era un contratto valido.

A questo proposito, il Tribunale di primo grado di Madrid numero 46 ha abbassato da 68 a 51 milioni di euro l’indennizzo che il Banco Santander ha dovuto pagare al banchiere italiano Andrea Orcel per la sua mancata firma come amministratore delegato dell’ente.

Grisi riporterà direttamente al cda, dopo il cambio di assetto gestionale annunciato dall’ente in data 24 febbraio. In questo modo, il CEO in carica di Santander Mexico si dedicherà alle operazioni della banca e sarà responsabile di tutte le regioni, i paesi e le attività globali, mentre Botín continuerà a guidare la strategia a lungo termine della banca, così come PagoNxt e Digital Consumers. Banca.

Emiliano Brichese

"Esploratore. Pensatore. Evangelista di viaggi freelance. Creatore amichevole. Comunicatore. Giocatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.