I ricercatori creano il DNA e trovano grossi problemi

Questo documento affronta anche questo argomento:

Cristoforo Colombo fu un inventore, marinaio e colonizzatore italiano, al servizio dei re cattolici spagnoli che fece quattro viaggi attraverso l’Oceano Atlantico. Pertanto, non poteva essere cancellato per essere collegato al nuovo continente, che in seguito fu chiamato America. Questa spedizione e i tentativi di Colombo di stabilire un insediamento permanente a Hispaniola diedero inizio alla colonizzazione spagnola, che portò alla competizione tra le potenze europee per colonizzare il Sud e il Nord America.

Quale porto, moglie?

La vita avventurosa del famoso marinaio significò anche radici in diversi luoghi, che in seguito rivendicò il suo corpo. Colombo si sposò per la prima volta Filipou Moniz Perestrelo, una nobildonna portoghese, e visse a Lisbona per diversi anni. Ma poi sua moglie divenne l’amante di Castiglia, dalla quale ebbe un figlio.

Libri e mappe di viaggi oceanici ispirarono Colombo nelle sue spedizioni. Trascorse i suoi matrimoni alternativamente a Porto Santa e Lisbona, e nell’agosto del 1479 si recò a Genova, dove si dimise da Centurion e tornò in Portogallo come cartografo indipendente.

I suoi viaggi furono finanziati dai monarchi cattolici e, dopo la sua morte, Genova, Spagna e Portogallo rivendicarono le sue spoglie.






© Fornitore: Dotyk.cz
Colombo davanti alla regina di Emanuel Leutze del 1843

Dove è sepolto Colombo?

Colombo nacque tra il 25 agosto e il 31 ottobre 1451 e morì il 20 maggio 1506 all’età di 54 anni. suo padre Domenico era un tessitore di lana e possedeva una bancarella di formaggi dove il giovane Christopher lavorava come manovale. Con sua moglie Susanno Domenico ha cinque figli, quindi Christopher ha ancora tre fratelli e una sorella.

Ecco perché Colombo era un viaggiatore del mondo, ha un nome diverso in ogni paese: Cristoffa Colombo a Genova, Cristoforo Colombo in Portogallo e Cristóbal Colón in Spagna.

A causa della sua vita interessante, ha sofferto di molte malattie nella sua vecchiaia: soffriva di gotta, influenza, febbre, cecità temporanea e molti altri problemi.

Colombo aveva davvero una tomba da qualche parte?

Quando morì in Portogallo nel maggio 1506, vi fu sepolto anche lui. Ma anche allora iniziarono le controversie sui suoi resti. Egli stesso avrebbe voluto essere sepolto nel Nuovo Mondo, ma al momento della sua morte non c’erano edifici abbastanza grandi dove le sue spoglie potessero essere rispettosamente conservate.

Le sue ceneri furono trasferite al Monastero di La Cartuja nel 1509, su un’isola nel fiume vicino a Siviglia, nel sud della Spagna. Ma anche da lì, potrebbero essere stati scavati ulteriormente e sepolti nella Cattedrale di Siviglia nel 1513.



Lapide di Colombo nella Cattedrale di Nostra Signora di Siviglia;  la tomba fu portata dai re di Castiglia, Leon, Aragona e Navarra.


© Fornitore: Dotyk.cz
Lapide di Colombo nella Cattedrale di Nostra Signora di Siviglia; la tomba fu portata dai re di Castiglia, Leon, Aragona e Navarra.

Le spoglie di Colombo e quelle di suo figlio Diego furono trasportate attraverso l’Atlantico fino alla cattedrale coloniale di Santo Domingo, nell’attuale Repubblica Dominicana. Ma anche questo non pose fine al loro viaggio, poiché alcuni documenti affermano che furono successivamente trasferiti all’Avana quando prese il controllo dell’intera isola di Hispaniola intorno al 1796.

Dopo che Cuba ottenne l’indipendenza nel 1898, le sue spoglie furono restituite alla cattedrale di Siviglia, in Spagna, e collocate in un magnifico carro funebre.

Quindi, si scopre che, viaggiando da un posto all’altro, la stessa sorte tocca a ciò che resta di lui dopo la morte.

Risorsa:

cs.wikipedia.org, www.historicmysteries.com

Emiliano Brichese

"Esploratore. Pensatore. Evangelista di viaggi freelance. Creatore amichevole. Comunicatore. Giocatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.