Il giudice archivia l’indagine per l’operazione commerciale del complotto “procés” russo

  • L’uomo in tunica non ha trovato “prove solide” di alcun crimine commesso nella vendita di petrolio liquido tra la compagnia russa e un’altra compagnia cinese.

Giudice Joaquín Aguirre ha aperto un’inchiesta aperta dall’operazione di petrolio liquefatto tra Russia e Cina a cui ha partecipato Aleksandr Dmitrenkoa cui il Ministero della Giustizia ha negato la cittadinanza spagnola a causa dei suoi presunti legami con Servizio di intelligence russoe a cui era originariamente associato Joseph Lluis Alayex capo dell’ufficio del presidente Carles Puigdemont.

Il giudice era del parere che trovato “nessuna prova concreta” per corroborare che un reato era stato commesso nell’attività, anche se “non aveva senso commerciale”, secondo la sentenza del tribunale. Il sospetto iniziale, ora smentito, era che questa manovra potesse essere utilizzata per finanziare un ‘processo’ o una “qualche specie di operazione irregolare”. Dmitrenko ha spiegato nella sua dichiarazione in tribunale che questa operazione non ha avuto luogo e ha sempre negato di essere una spia russa.

Fonti giudiziarie consultate hanno stabilito che i licenziamenti si riferiscono solo alle operazioni petrolifere, ma le indagini continuano a chiarire i legami della Russia con persone legate al mondo indipendentista, come è avvenuto con l’ex leader del CDC, Vittorio Terradellae inviati dalla Russia, così come le relazioni tra leader indipendentisti e inviati del Cremlino.

Questa indagine appartiene alla causa indicata da presunto dirottamento di fondi dalla Diputación de Barcelona all’entità Catmon, dall’orbita dell’indipendenza e gestita da Terradellas. In questo processo, è stato lì che è emerso il viaggio di Alay in Russia e l’incontro che Puigdemont ha tenuto con diversi presunti inviati dello Stato russo nella sua residenza ufficiale prima della dichiarazione unilaterale di indipendenza.

Il caso, che ora è in archivio, è iniziato a seguito della conversazione telefonica di Alay con Dmitrenko sull’attività di vendita di petrolio o gas tra società russe e cinesi. Il 26 giugno 2020 il responsabile dell’ufficio di Puigdemont gli ha chiesto di questa operazione: “Non hai notizie dalla Cina?” L’imprenditore russo ha risposto: “Non ancora”.

“garanzia di pagamento”

Pochi giorni dopo, Dmitrenko ha annunciato che erano arrivati ​​in Russia “295.000 euro” come “pagamento di fideiussione”, a cui ha aggiunto: “Congratulazioni a tutti noi, il primo grande passo compiuto”. “Molto importante”, ha ha risposto Alay. Secondo il contratto che Dmitrenko condivideva con Alay, la società russa Intek Broker LLC e la società di Hong Kong Gulf Energy Limited hanno partecipato a questa operazione. nel contesto del messaggio, negli affari questa potrebbe essere la partecipazione dell’entourage di Puigdemont”.

Notizie correlate

Il giudice Aguirre ha considerato la vendita di petrolio simile ad altre vendite simili effettuate dalla Russia per una società legata a politici italiani. Matteo Salvini dalla Lega Nord e servì da finanziamento illecito al suo partito. Secondo lui, ci sono indicazioni che questa attività possa essere una copertura per nascondere una sorta di operazione irregolare.

La Guardia Civile coinvolta nel caso Artem Lukoyanov, figlio adottivo di Vlasilav Shurkov, soprannominato il ‘cardinale grigio’, il misterioso e influente ex consigliere personale del presidente russo, Vladimir Putin, è intervenuta nella vendita di gas liquefatto tra società russe e cinesi. Dmitrenko ha dichiarato nella sua dichiarazione che Lukoyanov aveva solo bisogno di ricevere i fondi corrispondenti alla commissione per il business petrolifero sul suo conto corrente in Russia, ma non ha ricevuto nulla perché, alla fine, le transazioni commerciali non hanno avuto luogo. La compagnia russa ha ricevuto solo 295.000 euro come cauzione, ma Dmitrenko, come stabilito nel suo interrogatorio, non ha ricevuto un solo euro.

Emiliano Brichese

"Esploratore. Pensatore. Evangelista di viaggi freelance. Creatore amichevole. Comunicatore. Giocatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.