Il mondo del libro ha registrato un numero record di visitatori quest’anno. L’ospite d’onore è l’Italia | Cultura | Notizie | Gossip di Praga

Quest’anno, secondo i dati preliminari, circa 55.000 persone hanno visitato la fiera internazionale del libro e il festival letterario World Book Prague. Il direttore del festival, Radovan Auer, ha notato che si è trattato di un record di presenze. Finora, la maggior parte delle persone è venuta al festival nel 2019, circa 50mila. Il festival, che si conclude oggi, prende il via giovedì presso il Centro Esposizioni di Praga.

Gli stand sono sparsi nell’area del Quartiere Fieristico

“Il concetto modificato sta sicuramente funzionando bene, le persone lo adorano al World of Books, trascorrono più tempo lì che mai e sembrano acquistare più libri, perché anche gli editori parlano di vendite di dischi. In realtà è più importante per noi che numeri. deve essere un visitatore.” stato auer.

La fiera si è svolta come di consueto nella zona Výstavišt di Holešovice. Tuttavia, a causa della ricostruzione del Palazzo Industriale, lo stand espositivo è stato collocato in una nuova sede. Le persone possono visitare la mostra dell’editore nell’aula magna e nel padiglione Křižík dietro il cancello sotto l’edificio panoramico di Maroldova. Incontri con scrittori, discussioni e altri programmi si sono svolti principalmente in tende situate intorno al campus.

L’Italia è l’ospite d’onore, l’Ucraina ha anche uno stand separato

416 espositori e 746 artisti provenienti da 33 paesi e regioni si sono riuniti presso il quartiere fieristico per la 27a edizione del festival. L’Italia è l’ospite d’onore del festival. La drammaturgia del festival è incentrata sugli scrittori che rappresentano la scena letteraria italiana contemporanea e le cui opere sono state tradotte in ceco negli ultimi due anni. All’evento di Praga erano presenti, tra gli altri, le scrittrici Viola Ardoneová, Stefania Auciová e Donatella Di Pietrantoniová. Hanno partecipato anche l’autore di libri per bambini e ragazzi Guido Sgardoli e il romanziere Gianfranco Calligarich.

Quest’anno, gli organizzatori della mostra hanno ordinato uno stand separato per l’Ucraina. 19 editori ucraini vi hanno esposto. La spedizione dello scrittore ucraino ha vinto anche il Premio Jiří Theiner. Inizialmente doveva essere rilevato dalla scrittrice bielorussa e vincitrice del premio Nobel Svyatlana Alexijevičová. Tuttavia, si è ritirato dal festival per motivi di salute e ha dedicato il premio a personaggi che hanno espresso libertà contro la censura e per la democrazia a una delegazione di scrittori ucraini. Anche gli ucraini in fuga dalla guerra sono liberi di entrare nella mostra. Immediatamente dopo l’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina, il Mondo del Libro, come molti organizzatori di altri eventi culturali, ha annullato la partecipazione della Russia.

Michela Eneide

"Pensatore. Appassionato di social media impenitente. Guru di viaggi per tutta la vita. Creatore orgoglioso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.