Il Nord Italia dichiara lo stato di emergenza a causa della grave siccità

07/06/2022 alle 09:20

Est


Il Nord Italia è attualmente colpito da una grave siccità che sta costringendo a razionare l’acqua

Il governo italiano ha inviato 36,5 milioni di euro per aiutare le zone colpite

L’Italia ha dichiarato lo stato di emergenza in cinque regioni settentrionali intorno al fiume Po nel mezzo della peggiore siccità degli ultimi 70 anni. La siccità minaccia oltre il 30% della produzione agricola in Italia, secondo il sindacato dell’agricoltura Coldiretti. Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e Veneto riceveranno 36,5 milioni di euro in fondi di emergenza per far fronte alla carenza d’acqua.

Diverse città hanno annunciato il razionamento dell’acqua. “Lo stato di emergenza mira a gestire la situazione attuale con mezzi e forza straordinari”, ha affermato il governo italiano. Ha anche affermato che potrebbe prendere più provvedimenti se la situazione non migliora. Il tempo è molto caldo e scarse precipitazioni durante l’inverno e la primavera hanno esacerbato la carenza d’acqua nel nord Italia e sollevato preoccupazioni per gli impatti dei cambiamenti climatici.

Secondo, Il premier Mario Draghi ha affermato che il cambiamento climatico è “indiscutibilmente” legato al crollo dei ghiacciai Domenica nelle Dolomiti. Sette persone sono morte in questo incidente e molte altre sono disperse.

Gerardo Consoli

"Studente professionista di alcol. Drogato di bacon. Evangelista del web. Pensatore per tutta la vita. Appassionato di caffè. Appassionato di tv."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.