Il nuovo calvario del governo italiano

Se il presidente del partito Adelphi Giorgia Meloni ei suoi alleati vinceranno le elezioni di domenica, non dovranno aspettare molto per scoprire quanto si è deteriorata la prospettiva economica dell’Italia. I funzionari stanno preparando frettolosamente nuove previsioni di crescita, debito e deficit nell’ambito di un progetto di bilancio che sarà pubblicato dal governo uscente del presidente del Consiglio Mario Draghi.

Le previsioni mostrano che l’economia crescerà solo dell’1% il prossimo anno, meno della metà del 2,4% previsto ad aprile. La previsione di un tasso di crescita più basso avrà un effetto negativo e questo acuirà le difficoltà della coalizione di estrema destra, che dovrebbe formarsi nelle prossime settimane dopo le elezioni. Anche così, una tale visione è lontana dal consenso prevalente su quanto sia basso il tasso di crescita economica.

Un’indagine di Bloomberg su 34 economisti ha concluso che l’economia italiana crescerà dello 0,4% il prossimo anno, in rallentamento rispetto al 3,3% del 2022. Draghi e il ministro delle Finanze Daniele Franco hanno affermato nelle ultime settimane che per ora l’Italia può evitare una contrazione economica. Draghi ha anche sottolineato che le maggiori entrate fiscali, dovute in parte all’elevata inflazione, hanno fornito scarso impulso alle finanze pubbliche. Ciò potrebbe fornire conforto al nuovo governo, che dovrà affrontare un deterioramento delle prospettive economiche insieme all’incertezza.

Allo stesso tempo, l’invasione russa dell’Ucraina, l’aumento dei prezzi dell’energia, l’inflazione incontrollata e l’aumento dei tassi di interesse hanno influito sul tasso di crescita dell’economia italiana. D’altra parte, le prospettive di crescita più basse suggeriscono che c’è meno spazio fiscale per intervenire che aiuterà le famiglie e le imprese a far fronte all’attuale crisi, a meno che i politici non scelgano di prendere in prestito, aumentando il debito. Si noti che finora l’Italia ha speso circa 66 miliardi di euro per rafforzare l’economia. Meloni ha promesso di mantenere in equilibrio l’economia pubblica, ma allo stesso tempo si è impegnata a proteggere l’Italia dai peggiori aumenti dei prezzi dell’energia. Tuttavia, con i costi in aumento e non c’è visibilità per porre fine alle pressioni sui prezzi, questa sarà un’equazione molto difficile.

Alberta Trevisan

"Analista certificato. Esploratore a misura di hipster. Amante della birra. Pioniere estremo del web. Troublemaker."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.