Il Parlamento europeo non ha votato sulla protezione degli animali durante il trasporto

Giovedì 20 gennaio 2022 il Parlamento europeo (PE) ha votato il suo progetto di raccomandazione al Consiglio e alla Commissione europea, a seguito di un’indagine sugli abusi e la cattiva amministrazione nell’applicazione della normativa dell’Unione in materia di protezione degli animali durante il trasporto all’interno e fuori dal paese. al di fuori dell’UE.
Le raccomandazioni saranno utilizzate per futuri negoziati sulla revisione del regolamento 1/2005 del Consiglio sulla protezione degli animali durante il trasporto. Le raccomandazioni sono state preparate dal Comitato per le indagini sulla protezione degli animali durante il trasporto (ANIT) al PE.
V. Vrecionová, eurodeputato, della Repubblica ceca, è un membro del comitato.

Purtroppo i risultati del voto hanno indebolito il testo del già debole Comitato Investigativo ANIT, adottato a dicembre 2021.
In sostanza, il Parlamento europeo:
1) Purtroppo non sostiene la raccomandazione di fissare un limite di 8 ore per il trasporto di animali da ingrasso, allevamento e macellazione via mare e via terra. Solo le raccomandazioni sono approvate per le massime. il tempo di trasporto è di 8 ore per gli animali da macellare, solo via terra.
Questi risultati sono molto tristi, perché in molti paesi dell’UE, la maggior parte degli animali viene esportata per l’allevamento o l’ingrasso (il fatto che gli animali verranno poi macellati – uccisi, non denunciati), lo scopo della macellazione – il corso della macellazione nelle statistiche spesso appare in cifre inferiori.
Vale anche la pena ricordare che gli animali esportati in paesi al di fuori dell’UE vengono trasportati in grandi quantità via mare (Mediterraneo, Nero, Rosso), e questo ovviamente vale anche per gli animali provenienti dalla Repubblica Ceca, che vengono trasportati nei porti principalmente in Spagna, Italia, in Croazia. Un totale di 78 navi sono state approvate dall’Unione per il trasporto marittimo: 2.504 difetti sono stati riscontrati su queste navi nel 2019-2020*; solo 2 navi su 78 navi autorizzate al trasporto di animali gestite da armatori dell’UE*, solo il 6% di esse realizzate appositamente per il trasporto di animali*, la maggior parte delle navi di età superiore alla media allo scarico*, il 69% naviga in regime di non- bandiera standard (per lo più nella lista nera) *, non sono state osservate buone condizioni per gli animali dallo scarico nel paese terzo alla destinazione *.
“Non raccomandare il limite massimo di 8 ore per il trasporto via mare e per il trasporto per l’ingrasso e l’allevamento è una completa presa in giro della grande sofferenza che gli animali sperimentano durante il trasporto e la manipolazione a lungo termine nei paesi terzi”, afferma Dita Laura Michaličková, Society for Animals .
Solo i parlamentari Blaško, Konečná, Pospíšil, Gregorová, Kolaja e Peksa hanno respinto questa patetica proposta (vale a dire che un limite di 8 ore fosse fissato solo a scopo di sconfitta e solo via terra).
Gli altri sono PRO (es. Vrecionová, David, Charanzová, Dlabajová, Hlaváček, Knotek, Kovařík, Maxová, Niedermayer, Zdechovský, Vondra, Zahradil, Tošenovský, Polčák, ojdrová)
2) Purtroppo si oppone anche all’emendamento, che chiede di definire il tempo di viaggio come l’intero tempo di spostamento, compreso il tempo di carico e scarico degli animali.
3) respinge inoltre l’emendamento che vieta il trasporto di donne in gravidanza che abbiano raggiunto il 40% dell’età gestazionale (le donne in gravidanza, secondo le parole del vigente Regolamento, non possono essere trasportate solo se il 90% o più del periodo di gestazione previsto ha superato ; anche donne che hanno partorito la settimana precedente)
4) abrogare la votazione che vieta il trasporto di animali molto giovani (ovini, caprini o suini ed equidi domestici) di età inferiore a 35 giorni (attualmente commercianti, gli allevatori possono trasportare suinetti da tre settimane di età, pecore da una settimana di età e vitelli da 10 giorni di età, distanza superiore a 100 km!). Ha scelto solo di raccomandare un limite di età di 4 settimane per il trasporto solo dei vitelli.**
Abbiamo speranza nei deputati al Parlamento europeo. Risultati deludenti delle votazioni.
—————————–
A differenza di tutti i precedenti Commissari in carica, il Commissario Stella Kyriakides mostra un atteggiamento positivo e forse un vero interesse: il Commissario europeo per la Salute e la sicurezza alimentare, che ha nel suo portafoglio il benessere degli animali. Questo apre e chiude il dibattito, ricordando agli eurodeputati che il benessere degli animali è una priorità della strategia Farm to Fork, nonché una priorità del mandato e una priorità personale.
La Commissione europea (CE) rivedrà il regolamento 1/2005 del Consiglio e lo farà “sulla base delle più recenti conoscenze scientifiche e creerà una banca dati europea per le ispezioni e gli audit ufficiali delle navi bestiame negli Stati membri”, garantendo nel contempo che le norme CE esistenti sono implementati. Una nuova proposta legislativa è prevista per l’autunno del 2023, ed entro la fine di quest’anno arriverà anche un documento esecutivo sul controllo del traffico marittimo (secondo quanto previsto dalla normativa vigente).

Maggiori informazioni: https://stoptransport.cz/vysledky-hlasovani-evropskeho-parlamentu/
*
https://stoptransport.cz/78-plavidel-schvalenych-eu-k-preprave-zvirat/
https://stoptransport.cz/pravni-analyza-transporty-se-zviraty-tragedie-na-morich-2/
**
https://stoptransport.cz/export-telat-z-ceske-republiky/

Michela Eneide

"Pensatore. Appassionato di social media impenitente. Guru di viaggi per tutta la vita. Creatore orgoglioso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.