Il potere progressivo di modificare il Patto di stabilità

Alexis Tsipras ha discusso oggi la proposta di SYRIZA di modifiche al Patto di stabilità con i principali rappresentanti della socialdemocrazia europea, a Bruxelles, dove è stato invitato all’incontro degli eurosocialisti. Ha infatti accettato gli inviti del leader del Partito Democratico Italiano Enrico Letta ma anche del leader socialista portoghese Antonio Costa.

La proposta di Alexis Tsipras per un nuovo patto di stabilità dovrebbe essere presentata a livello europeo nelle prossime due settimane. Si tratta di cambiamenti in 4 assi che vengono analizzati brevemente come segue: Panoramica dei criteri di debito e deficit e inclusione dei criteri sociali di disoccupazione, povertà, disuguaglianza. Esclude dal calcolo del deficit gli investimenti pubblici che contribuiscono alla produttività. Creazione di meccanismi che assicurino la simmetria dell’economia europea. Il Fondo per la ripresa e la resilienza proposto diventa uno strumento finanziario permanente per prevenire e affrontare crisi e sfide.

La discussione di Alexis Tsipras sui suoi contatti con i principali attori europei ha ruotato anche attorno a questioni relative alla governance dell’economia dell’Unione europea.

Il presidente di SYRIZA parla all’inizio dei lavori del Consiglio del Partito eurosocialista con il nuovo cancelliere tedesco Olaf Soltz. Allo stesso modo con il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez.

Ha incontrato anche il leader del Partito Democratico Italiano, Enrico Letta. Durante l’incontro è stato raggiunto un accordo per coordinare le proprie azioni per sviluppare una proposta progressiva per la revisione del Patto di Stabilità. Enrico Letta ha infatti invitato Alexis Tsipras a partecipare all’evento del Partito Democratico Italiano per il futuro dell’Europa che si svolgerà all’inizio del 2022. Alexis Tsipras è stato invitato anche al suo incontro con il Primo Ministro portoghese Antonio Costa a sostegno della sua campagna elettorale che si terrà in Portogallo.

La proposta di Patto di stabilità di Alexis Tsipras è stata l’argomento dell’incontro con il commissario europeo all’Economia Paolo Gentiloni. Gli ha spiegato in dettaglio i cambiamenti che ha favorito, sottolineando la necessità per l’UE di non tornare a ricette di austerità fallite.

Alexis Tsipras ha già stigmatizzato la sua presenza nel Consiglio eurosocialista, con le osservazioni che ha fatto quando è entrato. Tra l’altro, ha sottolineato che “Il Patto di stabilità va rivisto, perché la vita stessa ha dimostrato che non funzionano. “Dobbiamo unire le forze, soprattutto quelle progressiste, per unire le nostre voci per non far tornare le forze conservatrici a noi con le prescrizioni di ieri”. Ha suggerito “di rivedere il Patto di stabilità in Patto per lo sviluppo sostenibile e la convergenza sociale. Per espandere i criteri. Non basta oggi parlare di debito e deficit, che in termini di percentuali del 60% e del 3% non corrispondono alla realtà, ma bisogna parlare anche di criteri sociali, disuguaglianza, povertà, disoccupazione. Escludere gli investimenti per lo sviluppo dal calcolo del disavanzo. Creare un meccanismo di bilanciamento, perché l’avanzo del Nord riflette il deficit del Sud. Quindi si può parlare non solo di ridurre il deficit al Sud, ma anche di un basso surplus al Nord. E infine, rendere il Fondo europeo per la resilienza e la ripresa del governo uno strumento permanente. “Questa è un’iniziativa che dobbiamo prendere, per unire le forze, per non tornare al circolo vizioso dell’austerità, al circolo vizioso della disgregazione sociale che abbiamo visto negli anni precedenti”.

“Nella bocca di Lakis” debutta! A partire da oggi e ogni giovedì, l’eccentrico Lakis Lazopoulos farà commenti feroci su ciò che accade intorno a noi! Ascolta i podcast e iscriviti Spotify, Podcast Apple per non perdere neanche un episodio!

Seguilo News247.gr su Google News e sii il primo a conoscere tutte le novità

Aroldo Giovinco

"Amante della musica aspirante. Scrittore. Avido esperto di birra. Lettore pluripremiato. Studioso di social media. Esperto di cibo a misura di hipster. Pioniere della TV."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.