Il produttore di carri armati KNDS in vista di un’offerta di 650 milioni di euro per le parti di Leonardo

rom Secondo gli addetti ai lavori, la compagnia di armi franco-tedesca KNDS sta affrontando un’offerta di 650 milioni di euro per la parte del concorrente italiano Leonardo. Le aziende del produttore di carri armati “Leopard 2” Krauss-Maffei Wegmann (KMW) e la francese Nexter stanno esaminando i libri delle donne OTO Melara e Wass e potrebbero fare offerte entro la fine dell’anno o all’inizio del 2022, hanno affermato. familiarità con il processo.

KNDS rileva il costruttore navale italiano Fincantieri, che ha mostrato interesse per le sue due figlie ma non ha compiuto ulteriori passi. L’ultima parola spetta al governo italiano, che controlla Leonardo e Fincantieri. Un portavoce di KNDS ha detto che la sua azienda non ha commentato le voci.

Il KNDS si è offerto di includere l’Italia nel progetto del carro armato – il “Main Ground Combat System” (MGCS), noto anche con il suo tormentone “Tank of the Future”, se l’acquisizione avesse avuto successo, hanno detto. Questo darà a Leonardo l’opportunità di offrire i suoi sensori e l’elettronica per il nuovo serbatoio.

OTO Melara produce carri armati e armi marine, Wass produce siluri e sonar. L’esercito italiano è uno degli acquirenti più importanti per entrambe le società. Secondo informazioni provenienti da ambienti politici, il governo di Roma vuole tenere aperta la porta alla cooperazione tra imprese italiane ed estere, ma allo stesso tempo garantire posti di lavoro e crescita in patria.

Il miglior lavoro di oggi

Trova subito i migliori lavori e
notificato tramite e-mail.

Ancora: Attacco da Bruxelles: le imprese europee della difesa temono le regole sugli investimenti sostenibili

Gerardo Consoli

"Studente professionista di alcol. Drogato di bacon. Evangelista del web. Pensatore per tutta la vita. Appassionato di caffè. Appassionato di tv."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.