Il Qatar rimonta la controversa statua di Zidane

di Andrew Mills

DOHA (Reuters) – Il Qatar ha in programma di reinstallare una statua che custodisce il colpo di testa del calciatore franco-algerino Zinedine Zidane nella finale dei Mondiali del 2006, abbattuto nel 2013 dopo le polemiche, ha detto lunedì lo stato responsabile dei musei del Qatar.

L’opera in bronzo alta 5 metri chiamata “Headbutt” è stata rimossa pochi giorni dopo la sua apertura dopo che i residenti della nazione musulmana conservatrice l’hanno accusata di promuovere idolatria e violenza.

“L’evoluzione avviene nella società. Ci vuole tempo e le persone possono criticare qualcosa all’inizio, ma poi capirlo e abituarsi”, ha affermato la presidente del Museo del Qatar Sheikha al-Mayassa al-Thani, sorella dell’emiro al potere.

Ha detto che la posizione originale nella capitale Corniche era “inappropriata” e che la statua sarebbe stata riadattata in un nuovo museo dello sport a Doha, che ospiterà la Coppa del Mondo FIFA alla fine dell’anno.

La statua di Adel Abdessemed raffigura il momento in cui Zinedine Zidane ha dato una testata all’italiano Marco Materazzi ai Mondiali del 2006.

Sheikha al-Mayassa ha detto ai giornalisti che lo scopo dell’opera d’arte era promuovere la conversazione sullo “stress degli atleti… e sull’importanza di superare i problemi di salute mentale”, aggiungendo che “l’arte, come qualsiasi altra cosa, è una questione di gusti. Il suo scopo è dare potere alle persone. .”

(Rapporto di Andrew Mills, versione francese di Alizee Degorce, a cura di Kate Entringer)

Riccarda Fallaci

"Imprenditore. Comunicatore pluripremiato. Scrittore. Specialista di social media. Appassionato praticante di zombie."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.