Incontro al Ministero Crisi Climatica e Protezione Civile per…

Si sono svolti ripetuti incontri presso il Ministero della Crisi Climatica e della Protezione Civile per il miglior coordinamento di tutti gli organi competenti alla luce del maltempo che ieri ha iniziato a colpire il Paese, mentre, nell’ambito di un più efficace coordinamento delle forze di Protezione Civile, si è deciso in tutte le Unità Territoriali che si prevede saranno interessate dal maltempo.

Ieri, giovedì 9 dicembre, si è tenuto un incontro sotto la guida del Ministro della Crisi Climatica e della Protezione Civile, Christos Stylianidis, dove si è discusso ampiamente dei problemi che potrebbero verificarsi nella regione di Messolonghi. Secondo il Ministero della Crisi Climatica e della Protezione Civile, in un comunicato, durante l’incontro sono stati decisi “interventi locali mirati per evitare allagamenti”, mentre sono state discusse anche questioni simili riguardanti le più ampie regioni dell’Etoloakarnania e dell’Acaia. Allo stesso tempo, viene effettuata una valutazione complessiva della pericolosità di alcuni punti in cui, a causa di difetti, esiste la possibilità di allagamento. In questo contesto si decide l’intervento locale.

All’incontro hanno partecipato il vice ministro per la crisi climatica e la protezione civile, Evangelos Tournas, segretario generale per la protezione civile, Vassilios Papageorgiou, governatore della Grecia occidentale, Nektarios Pharmakis, sindaco di Messolonghi, Konstantinos Lyros e i servizi tecnici del servizio tecnico ellenico.

Nel pomeriggio di oggi, venerdì 10 dicembre, si terrà un nuovo incontro per fare il punto sulla situazione, con la partecipazione della dirigenza politica del Ministero della Crisi Climatica e della Protezione Civile, nonché i governatori della Grecia occidentale, del Peloponneso, dell’Epiro e le Isole Ionie per un migliore meccanismo di preparazione per affrontare i problemi del maltempo. Sull’andamento del fenomeno i vertici politici del ministero saranno informati anche dal direttore dell’Agenzia meteorologica nazionale (Emy), Theodoros Kolydas, mentre all’incontro parteciperà il capo dei vigili del fuoco, tenente generale Stefanos Kolokouris. e il tenente generale di polizia Eleftherios Garilas.

E’ stato rilevato che nel Centro di Coordinamento Integrato che opererà nelle Unità Regionali che si prevede saranno colpite da condizioni meteorologiche avverse parteciperanno i Vigili del Fuoco, la Polizia Greca, il Governo Locale e tutte le agenzie coinvolte. Secondo il ministero, “il funzionamento di questi centri è stato testato in caso di maltempo” Ballos “ed è considerato molto efficiente”.

Allo stesso tempo, il ministero, seguendo le relative previsioni, chiede ai cittadini di prestare molta attenzione e di seguire fedelmente le seguenti indicazioni di base:

– Evitate spostamenti inutili in caso di maltempo e chiudete bene porte e finestre, ricordandovi sempre in caso di forti correnti di spostarvi nel punto più alto della casa.

– Non attraversare per nessun motivo correnti impetuose, fiumi o strade allagate, a piedi o in macchina, se ci si trova in questa posizione. Nessuna ragione.

Istruzioni dettagliate per:

Alluvione: https://bit.ly/2FpWn5k

Tempesta e uragano: https://bit.ly/3lCdFLR

Maltempo: https://bit.ly/34RCaxI

Si ricorda, in base al Bollettino straordinario dei danni meteorologici emesso ieri dall’Agenzia meteorologica nazionale (EMY), il tempo peggiorerà da giovedì sera (9-12-2021) a domenica mattina (12-12-2021), con caratteristiche di forte piogge e temporali e il vento è così forte che è una tempesta.

Saranno interessati nel dettaglio da forti piogge e temporali:

R. Da giovedì sera (9-12-2021) a venerdì pomeriggio (10-12-2021): Isole Ionie, Epiro, West Sterea e West Peloponneso.

B. Venerdì (10-12-2021):

1. Luce diurna: i suddetti territori e la Macedonia occidentale, gradualmente Macedonia centrale Macedonia orientale, isole dell’Egeo settentrionale e orientale, Tessaglia, Sterea centrale, Sporadi, Evia, Peloponneso orientale e Solidi orientali.

2. Traccia fino al pomeriggio.

3. Da mezzogiorno a tarda notte, le isole dell’Egeo orientale e del Dodecaneso.

4. Fino al pomeriggio mentre le Cicladi e Creta occidentale.

C. Un uragano soffierà in mare con un’intensità da 7 a 8 bellezze e venerdì (10-12-2012) nel Mar Egeo raggiungerà le 9 bellezze locali.

D. Da venerdì sera (10-12-2021) una nuova ondata di maltempo colpirà l’intero Paese da ovest con piogge abbondanti e un temporale, oltre a nevicate nel continente settentrionale. Inizialmente saranno interessate la Ionia, la terraferma, le isole dell’Egeo settentrionale e orientale, Evia, le Cicladi e forse la parte settentrionale del Dodecaneso. L’intenso fenomeno di sabato (11-12-2021) interesserà anche l’Attica.

Per ulteriori informazioni e indicazioni per la protezione personale dalle avverse condizioni atmosferiche, i residenti possono visitare il sito web della Segreteria Generale della Protezione Civile all’indirizzo www.civilprotection.gr.

FONTE: -ΜΠΕ

Aroldo Giovinco

"Amante della musica aspirante. Scrittore. Avido esperto di birra. Lettore pluripremiato. Studioso di social media. Esperto di cibo a misura di hipster. Pioniere della TV."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.