Inizio della seconda settimana – Südtirol News

Bolzano – La seconda settimana del festival inizia con una premiazione per lo sci di fondo. Il coreografo Marco D’Agostin dedica il 18 luglio allo Studio Theatre (9 notti) il suo assolo First Love alla sua dolce metà, la campionessa olimpica di sci di fondo Stefania Belmondo. Il giorno successivo, 19 luglio (20:00), si svolgerà nella sala principale dello Stadttheater la prima italiana della visionaria opera teatrale di Meg Stuart Cascade, uno spettacolo con sette ballerini della sua compagnia Damaged Goods e due musicisti. In programma pre-serata, al Kaupzinergarten sarà presentata la mostra all’aperto de Il Parco, opera site-specific di Emanuel Gat, dove si racconta il rapporto tra uomo e natura (19 luglio ore 20, 20 e 21 luglio ore 19: 30 p.m.).

Già ospite a Bolzano lo scorso anno con il suo solista di successo Best Regards, il coreografo e interprete Marco D’Agostin torna ora con un nuovo assolo: First Love, coreografo veneto dedito allo sci di fondo, il suo primo amore, prima di dedicarsi alla danza trovata per se stesso. Il lavoro è arrivato anche grazie all’incontro con il suo idolo d’infanzia, la sciatrice di fondo Stefania Belmondo, la cui straordinaria impresa alle Olimpiadi del 2002 a Salt Lake City sarà registrata sul palco. Uno spettacolo di strappato entusiasmo e nostalgia.

Il 19 luglio Meg Stuart, coreografa americana con sede in Belgio e vincitrice del Leone d’Oro alla Carriera alla Biennale Danza 2018, celebrerà la prima italiana del suo ultimo lavoro Cascade nella Sala Grande del Teatro Comunale. Un’opera sul tempo e sul concetto di rischio, dedicata al personaggio Cascador, l’acrobata a cui il titolo fa riferimento. Sette danzatori si muovono in una nuova dimensione spazio-temporale, avvolti in un universo galattico disegnato da Philippe Quesne, dove lo svolgersi lineare del tempo sembra perduto. Con schemi di movimento simultanei ma isolati, i giocatori cercano di cogliere l’attimo e creare spazio, in uno stato di tensione costante. Alle canzoni cult come How deep is your love dei Bee Gees e alla musica ipnotica di Brendan Dougherty, coreografo collaboratore di lunga data, eseguite dal vivo da Philipp Danzeisen e Rubén Orio.

Il 19 luglio (con repliche il 20 e 21 luglio), Emanuel Gat presenterà la sua mostra location-specific Il Parco di Kapuzinergarten, da lui ideata per i partecipanti al progetto BeInternational, progetto vincitore del concorso Boarding Pass Plus indetto dall’Associazione Italiana Ministero della Cultura. Il coreografo israeliano, che vive in Francia, si ispira alla storia del luogo ed esplora il rapporto tra uomo e natura.

VENDITA E ABBONAMENTO BIGLIETTI

Teatro Comunale di Bolzano – Tel.0471 053800 – info@ticket.bz.it

CASCADE, biglietto unico 22€ (franchigia under 26 e over 65, partecipanti al corso BZD)

FIRST LOVE, biglietto unico € 22 (franchigia under 26 e over 65, partecipanti al corso BZD)

IL PARCO, biglietto singolo € 5

Da: lup

Emiliano Brichese

"Esploratore. Pensatore. Evangelista di viaggi freelance. Creatore amichevole. Comunicatore. Giocatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.