Italia: Ombre nell’onnipotenza di Mario Draghis


La vaccinazione obbligatoria di oltre 50 ha triplicato il numero di persone nel centro vaccinale. Ma per la prima volta Draghi è stato criticato per la sua strategia di comunicazione.

Le mosse strategiche di Mario Draghi erano volte a gestire efficacemente la pandemia, ma per la prima volta l’atmosfera intorno a lui sembra essere cambiata. Il premier tecnocratico italiano ha imposto la vaccinazione obbligatoria per i cittadini di età superiore ai cinquant’anni, quindi la somministrazione della prima dose del vaccino ai cittadini di questa età è triplicata negli ultimi giorni.

Perché si impone senza introdurre nuove misure pandemiche?

Allo stesso tempo, l’obiettivo è riuscire a vaccinare, entro il prossimo mese, fino a 2,5 milioni di abitanti del Paese, mantenendo aperti i centri vaccinali, anche di notte. È chiaro che questa è una gestione dinamica della situazione. In questa fase, però, l’Italia ha vissuto il grande thriller politico dell’elezione del nuovo presidente della repubblica, con Draghi che è rimasto la figura centrale. Le votazioni, con la partecipazione di legislatori, senatori ed elettori locali, inizieranno tra due settimane.

Alcuni media ora lo criticano per non voler uscire, presentare nuove misure e rispondere alle domande dei giornalisti sulla vaccinazione obbligatoria. Nel punto in cui potrebbe essere domani o dopodomani, il presidente del Consiglio italiano dovrebbe tenere una nuova straordinaria conferenza stampa. I tre canali televisivi di Silvio Berlusconi sfidano le linee del governo a scuola. Alla fine apriranno domani, nonostante l’alto tasso di casi. Sul piano prettamente politico, dalla Lega all’ex premier centrista Matteo Renzi, il messaggio è che “i politici devono, ancora una volta, giocare un ruolo chiave in tutti gli sviluppi che interessano al Paese”.

Luigi di Maio è il nuovo Presidente del Consiglio?

Cosa significa questo; Che la maggior parte dei partiti non dia per scontato il passaggio di “Super Mario” a presidente della repubblica. E che in ogni caso l’hanno sequestrato, nonostante le probabilità che difficilmente possiamo immaginare”. Ad oggi, i soci dell’ex presidente della Banca Centrale Europea hanno fatto trapelare che un valido e possibile successore è l’attuale ministro delle Finanze, Daniele Franco. Come Draghi, viene dai vertici della Banca d’Italia.

Tuttavia, i sette partiti che partecipano alla coalizione di governo, questa volta hanno voluto svolgere un ruolo di primo piano e qualcuno di loro sarebbe stato scelto. Potrebbe venire dal Partito Democratico, o dal Movimento Cinque Stelle. I nomi che iniziano a suonare abbastanza forti sono l’attuale ministro della Cultura di centrosinistra, Dario Francescini, e il ministro degli Esteri “cinque stelle”, Luigi Di Maio. Theodoros Andreadis Siggelakis, Roma

Fonte: onda tedesca

Alberta Trevisan

"Analista certificato. Esploratore a misura di hipster. Amante della birra. Pioniere estremo del web. Troublemaker."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.