Italia: Panetta (Bce) rifiuta la chiamata a diventare ministro dell’Economia, dicono le fonti

di Giuseppe Fonte e Giselda Vagnoni

ROMA (Reuters) – Fabio Panetta, membro del direttivo della Banca centrale europea (Bce), ha respinto le richieste di Giorgia Meloni di assumere la carica di ministro dell’Economia dal futuro governo che guiderà. gli eventi della vittoria dell’alleanza di destra domenica alle elezioni legislative in Italia, hanno riferito a Reuters due fonti politiche.

Il leader dei Fratelli d’Italia vuole che Fabio Panetta sostituisca Daniele Franco ma l’ex primo vicegovernatore della Banca d’Italia ha fatto capire di non essere interessato, dicono le fonti.

Fabio Panetta preferisce il governatorato della Banca d’Italia, hanno aggiunto, chiedendo l’anonimato.

Fabio Panetta, 63 anni, ha alle spalle una lunga carriera in Banca d’Italia ed è membro del consiglio di amministrazione della BCE, e quindi del consiglio di amministrazione dell’istituto di Francoforte, dall’inizio del 2020.

Il mandato di Ignazio Visco, che all’età di 72 anni, dal 2011 guida la Banca d’Italia, scade nell’ottobre 2023.

Una terza fonte a conoscenza di ciò ha confermato che Fabio Panetta è il principale candidato a sostituire Ignazio Visco.

Un portavoce della BCE ha affermato che “il signor Panetta ha rifiutato di commentare” sulla questione.

Non è stato possibile raggiungere immediatamente i servizi di Giorgia Meloni.

La leader dei Fratelli d’Italia, che dovrebbe diventare la prima presidente donna del Consiglio in Italia dopo le elezioni di domenica, ha dichiarato martedì in un’intervista a un canale televisivo che era troppo presto per parlare della composizione del futuro governo.

In un’intervista con Reuters il 25 agosto, ha rifiutato di rispondere alle domande sul possibile ruolo di Fabio Panetta in un futuro governo di destra, aggiungendo che il banchiere centrale è la persona di “livello più alto”.

Il leader leghista Matteo Salvini, alleato di Giorgia Meloni nella coalizione di estrema destra, ha espresso la sua contrarietà all’inserimento di tecnocrati in posizioni chiave del governo, compreso il ministero dell’Economia.

Come altri paesi europei, l’Italia deve affrontare un peggioramento delle prospettive economiche a causa della guerra in Ucraina e dell’elevata inflazione, con la BCE coinvolta in un ciclo di rialzi dei tassi che complica gli sforzi per ridurre il debito italiano.

(Con Francesco Canepa a Francoforte, versione francese di Bertrand Boucey)

Riccarda Fallaci

"Imprenditore. Comunicatore pluripremiato. Scrittore. Specialista di social media. Appassionato praticante di zombie."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.