Italia: test negativo obbligatorio per tutti gli arrivi dai paesi UE

AP Photo / Riccardo De Luca

L’Italia, che ha deciso di prevedere test per tutti coloro che entrano nel Paese e una quarantena di cinque giorni per coloro che non sono vaccinati, rafforza da domani fino al 31 gennaio misure restrittive per fermare la nuova pandemia di coronavirus.

Il decreto del ministro della Salute, Roberto Speranza, “prevede l’obbligo del test negativo alla partenza per tutti gli arrivi dai Paesi Ue”. “Coloro che non sono stati vaccinati, oltre a un risultato negativo del test, hanno ricevuto una quarantena di cinque giorni”, secondo un portavoce.

Da oggi chi entra nell’UE deve presentare certificato di vaccinazione, certificato di malattia o test negativo. Le persone non vaccinate che arrivano nei paesi vicini da paesi non europei devono rimanere in quarantena e testate.

Il rappresentante della Commissione europea, Christian Wiegand, ha dichiarato di non essere stato informato delle nuove misure provvisorie dell’Italia, sebbene gli Stati membri fossero obbligati a notificare alla Commissione con 48 ore di anticipo. “Ulteriori restrizioni sui titolari di certificati sono possibili solo se necessarie e proporzionate per garantire la salute pubblica in risposta alla pandemia”, ha affermato.

Più di 20.000 nuovi casi e altri 120 decessi registrati in un solo giorno, ieri, in Italia, primo Paese del Vecchio Continente ad essere duramente colpito quasi due anni fa. Negli ultimi mesi ha cercato di controllare la pandemia con un vaccino contro il coronavirus.

Si segnala che un’indagine della Questura italiana ha ora svelato una rete illegale con “sapere” in frodi informatiche, che è riuscita a “scaricare” dalla piattaforma elettronica della regione 120 tessere vaccinali verdi, il cui titolare non è mai stato vaccinato ed è quindi disabilitato.

I certificati si ottengono attraverso il sistema elettronico della farmacia (utilizzato per inviare i dati di tutti i vaccinati) o il numero verde della sanità pubblica italiana.

Un totale di 40 raid e 67 sequestri hanno avuto luogo in vaste aree di Roma, Napoli, Bari, Milano, Venezia e Reggio Calabria.

Aroldo Giovinco

"Amante della musica aspirante. Scrittore. Avido esperto di birra. Lettore pluripremiato. Studioso di social media. Esperto di cibo a misura di hipster. Pioniere della TV."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.