La banca centrale italiana prevede una crescita economica del 5,1%

Italia

L’emergenza coronavirus ha colpito duramente l’Italia.


(Foto: dpa)

rom Dopo la peggiore crisi economica della storia del dopoguerra, l’economia italiana tornerà a crescere quest’anno e il prossimo, secondo le previsioni della Banca d’Italia. La banca centrale ha annunciato venerdì a Roma che il prodotto interno lordo dovrebbe aumentare del 5,1 per cento nel 2021 e del 4,4 per cento nel 2022.

Tuttavia, l’inflazione rimarrà sotto controllo. La banca centrale prevede che i prezzi al consumo aumenteranno dell’1,5 percento quest’anno. Per i prossimi due anni è previsto un tasso di inflazione inferiore all’1,3%.

Ciò significa che l’aumento dei prezzi al consumo in Italia rimarrà ben al di sotto dell’obiettivo fissato dalla Banca Centrale Europea (BCE). Mira a un tasso di inflazione del due per cento per la zona euro nel medio termine. L’emergenza coronavirus ha colpito duramente l’Italia. L’economia si è ridotta dell’8,9% nel 2020, più di quanto non abbia fatto dalla seconda guerra mondiale.

La Banca d’Italia prevede anche che il tasso di disoccupazione del paese raggiunga una media del 10,5 per cento quest’anno. Non si aspettava un calo significativo nei prossimi due anni. Presuppone un tasso del 10,3% per il 2022 e un tasso del 9,9% per il 2023.

Il miglior lavoro di oggi

Trova subito i migliori lavori e
notificato tramite e-mail.

Ancora: La Grecia vuole essere il campione della crescita in Europa

Aroldo Giovinco

"Amante della musica aspirante. Scrittore. Avido esperto di birra. Lettore pluripremiato. Studioso di social media. Esperto di cibo a misura di hipster. Pioniere della TV."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.