“La BBVA italiana mantiene il suo tasso di crescita”

BBVA ha celebrato i risultati ottenuti in Italia nel corso del 2021 e ha assicurato che la banca mantenga buone prospettive per l’anno. Lo ha fatto il country manager di BBVA in Italia, Peio Belausteguigoitia, il quale ha assicurato che “le metriche di valutazione detenute dalle banche in Italia sono molto buoni, con un tasso NPS positivo del 55%“. Inoltre, gli amministratori dell’ente hanno sottolineato che l’obiettivo è ora quello di combinare prodotti come One Click Loans (prestiti al consumo digitali), valutando continuamente le esigenze dei clienti “per sviluppare servizi e funzioni a loro più adatti”.

Il dato è positivo anche in termini di crescita del portafoglio clienti sul suolo italiano. Il country manager ha ricordato che BBVA ha chiuso il 2021 con un totale di 711.000 nuovi clienti, il 37% in più rispetto all’anno precedente, di cui oltre il 70% connesso alla banca in meno di sei mesi. “Per il 2022 continuiamo a impegnarci in una strategia che ci ha dato buoni risultati negli ultimi anni per raggiungere l’obiettivo di 3,6 milioni di clienti che ci siamo prefissati per i prossimi tre anni”, ha affermato Belausteguigoitia. La strategia della banca si basa sul lavoro con un team specializzato e multidisciplinare, riuscendo a unificare tutti i processi coinvolti nell’attrazione dei clienti.

In merito all’evoluzione del business, il country manager di BBVA in Italia ha descritto il miglioramento dell’arttock media azienda nel nostro Paese (con un fatturato compreso tra 5 e 100 milioni di euro) cresciuto del 10,2% lo scorso anno. Anche i segmenti dei servizi, dell’alloggio, della ristorazione e del tempo libero sono aumentati del 10,1%. Per quanto riguarda la quota mutui, nel BBVA italiano sono cresciuti nuovi prestiti ipotecari a un tasso del 54%, superiore al 39,4% registrato dal settore nel suo complesso.

Salutando la seconda metà del 2022, Belausteguigoitia si aspettava un rialzo dei tassi da parte della BCE 25 punti base nella riunione del prossimo settembre e praticamente altri 25 punti base per dicembre.“La richiesta di prestiti continuerà ad essere interessante, dati i tassi di interesse storicamente bassi, in un contesto di intensa competizione tra istituzioni e alta inflazione. ,” ha insistito.

Infine, il Country Manager di BBVA in Italia ha tempo per discutere questioni come digitalizzazione, sottolineando che è importante “non lasciare indietro nessuno”. “L’adozione di questo nuovo canale non è sempre facile, non solo per gli anziani, ma anche per altre fasce della popolazione”, ha spiegato.

Emiliano Brichese

"Esploratore. Pensatore. Evangelista di viaggi freelance. Creatore amichevole. Comunicatore. Giocatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.