La ripresa economica si consolida ma la banca centrale…

La crescita economica dell’Italia è in ripresa e rimarrà sostenibile nei prossimi due anni, ma alcune banche più piccole potrebbero affrontare una crisi nei prossimi mesi, ha affermato il capo della banca centrale.

“La ripresa economica si sta consolidando” dopo la profonda recessione della scorsa settimana, ha detto il governatore della banca centrale Ignazio Visco in un discorso all’Unione bancaria italiana.

Ha confermato la previsione di crescita del 5% per il 2021 fornita dalla Banca il mese scorso, grazie al “supporto decisivo” nella seconda metà dell’anno.

“La fase di crescita deve essere consolidata, e rimane praticabile per i prossimi due anni”, ha affermato Visco.

Per quanto riguarda il sistema bancario, Visco ha sottolineato che le banche italiane hanno forti riserve di capitale e che il rapporto tra nuove sofferenze e impieghi è stabile all’1,1%.

È probabile che i crediti inesigibili aumentino nei prossimi mesi a causa della recessione record dello scorso anno, ha affermato Visco, ma la crescita si modererà rispetto alla precedente recessione, grazie alle misure di sostegno del governo, ai bassi tassi di interesse e alle buone prospettive economiche.

Tuttavia, ha avvertito che alcune delle banche più piccole del paese presentano gravi vulnerabilità e potrebbero incontrare problemi nei prossimi mesi.

Il problema, però, non si limita alle piccole banche, ha sottolineato Visco. “La Banca d’Italia sta cercando possibili soluzioni in caso di crisi che coinvolga diverse banche di grandi e medie dimensioni”, ha detto, senza nominarle.

Aroldo Giovinco

"Amante della musica aspirante. Scrittore. Avido esperto di birra. Lettore pluripremiato. Studioso di social media. Esperto di cibo a misura di hipster. Pioniere della TV."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.