La storia di LUIS VENTURA DT: Lanata, Moria Casán, Maradona, Boyfriend Fortress…

Un calciatore frustrato, riconosciuto per il suo lavoro di giornalista di intrattenimento, ha superato El Porvenir e Claypole e ha ottenuto la promozione con Victoriano Arenas in First C.

“Quando esco in campo, i tifosi rivali mi gridano ‘maledizione’, urlano ‘Ventura l’ha mangiata, gliel’ha data Polino’… e allora? Mi piace provocarli”. luigi avventura, direttore tecnico di Victoriano Arenas, ha una laurea in gestione delle controversie e un master in gestione dei media. E quello che fa davanti alla telecamera lo ripete anche sul campo di calcio.

Si definisce un “calciatore frustrato”. Fu negli anni ’70 che lo fece Inferiore a Lanús, ha raggiunto la Prima Divisione, ha fatto la preseason con l’Huracán, gli hanno offerto di andare a The Strongest in Bolivia e lui non ha voluto, è finito in sabbia vittoriana ed è stato tentato da alcuni dei Primi Club – tra i quali lui stesso ha evidenziato “Boca austere del Toto Lorenzo” – e nemmeno lui ha voluto. E poi è andato in pensione. Quella scelta, al di là di ogni preferenza personale, aveva a che fare con il fatto che ormai stava già iniziando a farsi strada come giornalista a Cronaca quotidianadove ha lavorato con suo padre.

Si è immerso completamente nei media. Fama, animali freelance, polemiche da bar… ma tutti in Argentina lo conoscono per via del suo lavoro Intruso, il programma di mezzogiorno su América TV che ha co-ospitato con Jorge Rial per più di un decennio. Tutti gli artisti passano lì. È stato su quello schermo che ha completato i suoi studi post-laurea e master.

Niente TV, WIFI o aria condizionata: un ottimo preseason Victoriano Arenas

Giocare a

Niente TV, WIFI o aria condizionata: un ottimo preseason Victoriano Arenas

E che fine ha fatto il calcio? “Poi sono diventato un giocatore di paddock, DT paddock, country DT e i miei figli DT”. Fu proprio per loro che alla fine si rivolse alla direzione tecnica professionale. “Ho ascoltato i discorsi tecnici e hanno lasciato molto a desiderare, quindi ho detto ‘Posso farlo velocemente’”.

La sua occasione come allenatore della Prima Divisione è insieme Futuro, nel 2008, come vigile del fuoco per estinguere l’incendio. La configurazione è solo per quattro partite. “Siamo stati salvati”. Ritorna nel 2013, sempre in un momento di crisi. “E’ stata la migliore campagna che Porve ha fatto con la Primera C, ma avevamo una media schiacciante e abbiamo finito per perdere un punto, ma con molte cose losche“, sparare.

Questa non è l’unica occasione in cui Luis Ventura è scivolato mano nera per ferirlo. Ricordiamo che “qualcosa di strano” è successo anche alla Victoriano Arenas-Huracán Argentina Cup 2018: “Abbiamo perso per un rigore che solo l’arbitro ha visto; Inoltre la partita è stata interrotta per pioggia ed è stata riprogrammata per il giorno successivo, quando tutti i nostri giocatori sono dovuti andare al lavoro”.

“Quando esco in campo, i tifosi rivali mi urlano ‘maledizione’, urlano ‘Ventura l’ha mangiata, gliel’ha dato Polino’… e cosa? Mi piace provocarli”

Ha anche detto che sapeva “dietro la telecamera”, e che mentre era a conoscenza dei minuti in così poco tempo, è successo anche con il calcio: “Quando mi hanno denunciato, l’ho saputo due giorni dopo e ho anche trovato fuori chi è intervenuto.” E si prostituisce e afferma, perché questo è il suo ruolo nel duetto tecnico con Emanuel Ibáñez: “Devi mettere su una Ventura che richiede qualcosa da te. Inoltre, conosco le regole. Ho fatto il corso arbitrale. Non mi prendono in giro”.disse di sé. Ha diretto Ibáñez, il suo duo tecnico attualmente alla Victoriano Arenas, durante il suo periodo come Claypole DT e l’ha aggiunto quando Sergio Geldstein, il suo vecchio compagno, è partito per l’Armenia alla fine del 2021.

Ventura è nel calcio da oltre un decennio, con la retrocessione (con El Porvenir nel 2013) e la promozione con il CAVA in Primera C nel 2018. Cosa è cambiato in quel periodo? “Molto, ma c’è qualcosa che ho imparato e penso Chilavert ne è un esperto. Si faceva odiare, era lui che attirava le prostitute perché sapeva di avere le spalle. Qualcosa di simile è quello che faccio da dove sono”.

Venture Dreams alle Victoriano Arenas: un ultimo ballo di Riquelme

Giocare a

Venture Dreams alle Victoriano Arenas: un ultimo ballo di Riquelme

La squadra di Luis Ventura, tra Lanata e Moria Casán

Molti anni fa, in dialogo con pagina 12, Luis Ventura una volta disse che “il calcio e lo spettacolo sono la stessa scimmia in abiti diversi”, perché in entrambi i mondi ci sono vedette, figure, stelle ed egoismo. E anche perché entrambi sono governati da logiche di business.

A questo proposito, Ventura è chiaro che la sua squadra – ora Victoriano Arenas, prima di El Porvenir e Claypole – “aveva molto a che fare con Jorge Lanata, che è il protagonista, è acuto e che va fino all’osso come visitatore e come locale”. Specialmente? “Abbiamo giocato bene, abbiamo avuto la bellezza di Moria Casán; il gioco inizia e diciamo all’avversario ‘se vuoi piangere, piangi’”.

“Devi mettere su una Ventura che richiede qualcosa da te. Inoltre, conosco le regole. Ho fatto il corso arbitrale. Non mi prendono in giro”.

La storia che unisce Ventura, Ricky Fort, la sua ragazza, Diego Maradona e Diego Jr.

Nel 2012 Luis Ventura, allora allenatore di El Porvenir, ha risposto a una domanda su quali giocatori voleva includere nella rosa: “Diego Junior”, Lei dice. Il figlio di Maradona, che all’epoca usava il cognome della madre, aveva 27 anni ed era appena entrato a far parte della rosa dell’Associazione Sportiva Dilettante Quarto, dalla Serie D del calcio italiano. “Ciò significava dare il diritto all’Italia e, inoltre, sapevo che avrebbe colpito la palla che era stata fermata con un ferro”ricorda Ventura.

Da Maradona alla fidanzata di Ricardo Fort a El Porvenir: storie folli

Giocare a

Da Maradona alla fidanzata di Ricardo Fort a El Porvenir: storie folli

come entrare Rocca Ricardo in questa storia? Il cioccolatiere, che inizialmente era in buoni rapporti con Maradona, era arrabbiato con Diez per avergli promesso di fargli visita. Spettacolo notturno della fortezza che non si è mai materializzato. Poi, Per vendetta, decide di pagare per l’arrivo di Diego Junior a El Porve: soldi, un appartamento a Puerto Madero, una BMW, due guardie di sicurezza… Praticamente Ventura è andata a cercare Diego Junior all’aeroporto, ma il calciatore non è mai arrivato.

Il prossimo capitolo arriva con una richiesta in cambio di Fort a Ventura: “Ora voglio che porti la mia ragazza, Rodrigo Díaz, a interpretare El Porvenir”. DT acconsentì, conoscendo l’impatto della notizia. E ha ragione. “Il primo giorno -ricorda- esiste più di cento persone negli spogliatoi, tutti vogliono vedere il ragazzo fare la doccia, vogliono sapere cosa dovrebbe uscire con Fort.

Di Ariel Schvartzbard e Leandro Cocolo

Questo potrebbe interessarti

Emiliano Brichese

"Esploratore. Pensatore. Evangelista di viaggi freelance. Creatore amichevole. Comunicatore. Giocatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.