L’anno d’oro dello sport – Dopo un 2021 incredibile: le “Superpotenze” italiane minacciano la disgrazia nel 2022

“Speriamo che il 2022 sia migliore del 2021”, ha affermato il tecnico Mancini, sapendo molto bene cosa significa fallire in qualifica. Insulti che presto vi faranno dimenticare il colpo di Stato dei ME nel 2021.

E che meravigliosa estate di calcio è stata! Gli Azzurri deliziano i loro tifosi e l’intero continente con un rinfrescante calcio offensivo. Con sette vittorie in sette partite, la squadra attorno al capitano Giorgio Chiellini ha ottenuto il trofeo d’argento, che ha vinto dopo i calci di rigore contro l’Inghilterra allo stadio di Wembley.

Al trionfo dei calciatori sono seguite le Olimpiadi di Tokyo con 40 medaglie italiane, più che mai. L’Italia non ha avuto abbastanza momenti d’oro: un colpo di stato dei 100 metri di Marcell Jacobs, caduto sul connazionale e campione di salto in alto Gianmarco Tamberi mentre era ancora agli sgoccioli; seconda vittoria in volata nella staffetta 4x100m; sul quartetto della pista d’oro dopo una strepitosa rimonta nella finale contro la Danimarca; da altre vittorie, ad esempio a piedi, in barca a vela, karate o canoa.

“Tifosi, e io includo me stesso, ricorda tutti questi successi”, ha detto il presidente del Consiglio Draghi. La squadra italiana paralimpica ha anche vinto 69 medaglie qualche tempo dopo a Tokyo. Anche il presidente del CIO Thomas Bach si è di recente congratulato con gli atleti italiani per il loro successo, “il migliore della storia”, come citato dal Coni.

Il verde-bianco-rosso è stato festeggiato anche altrove: il tennista professionista Matteo Berrettini è arrivato alla finale di Wimbledon, dove ha poi perso contro Novak Djokovic. Nella pallavolo, sia le donne che gli uomini vincono titoli europei. Il ciclista professionista Sonny Colbrelli ha vinto la classica Parigi-Roubaix dopo un’epica gara sul bagnato ed è svenuto al traguardo coperto di fango e lacrime di gioia.

“Diventa una superpotenza nello sport”

“Siamo diventati una superpotenza nello sport”, ha affermato ad un certo punto il quotidiano romano “La Repubblica”. “C’è una competizione? C’è un italiano? Va bene, la vittoria è nostra”.

Per inciso, al momento di questi commenti, i calciatori sono ancora sulla strada per la qualificazione diretta ai Mondiali. Ma poi sono finiti nei guai con quattro pareggi nelle ultime cinque partite di qualificazione e hanno perso il biglietto diretto del Qatar per la Svizzera.

Se l’Italia rimarrà una potenza sportiva si vedrà per la prima volta alle Olimpiadi in Cina, dove la portabandiera e sciatrice Sofia Goggia potrebbe essere la star del gioco. Ma una nuova immagine di sé nel calcio di qualificazione era molto più in gioco in poco tempo.

Emiliano Brichese

"Esploratore. Pensatore. Evangelista di viaggi freelance. Creatore amichevole. Comunicatore. Giocatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.