L’ARENA NON CREDE ALLE LACRIME! La Serbia è arrivata in finale dopo due medaglie d’oro! L’Italia prende il trofeo da Belgrado VIDEO

Tijana Boškovi ha mantenuto la Serbia in gioco nel primo set con un tiro potente, quindi è stato un pareggio minuto per minuto.

Egon ha iniziato a sbagliare, Mina Popovi è riuscita a giocare ad altissimi livelli ed è stata lei a regalarci un punto importantissimo in 22:20. Le nostre giocatrici di pallavolo avevano due set di palloni che non usavano, e poi Milena Rasic e Tijana Boskovic sono riuscite a finire il primo set a 26:24.

Paola Egonu ha giocato bene ed è stata praticamente inarrestabile, anche se la Serbia era in vantaggio di 22:20 alla fine del secondo set, ma poi gli ospiti sono riusciti a pareggiare cinque punti incredibili ea vincere il set.

La Serbia ha iniziato molto bene il terzo set, Milena Rasic ha giocato ancora un ruolo fondamentale all’inizio, 5:1, poi 8:4 dopo un bel muro, ma l’Italia è tornata al momento giusto per loro.

Il calo di concentrazione della nostra nazionale ha segnato la metà del terzo set, il muro dell’Italia è migliorato, così come il suo servizio, quindi Tijana Boškovi non ha aiutato con il suo grande picco. Italia 18:14, e poi gli ospiti sono riusciti a vincere il secondo set.

Era l’inizio della fine della nostra squadra, anche se sia gli spettatori che gli elettori hanno cercato di scuotere la squadra, la Serbia non aveva il potere di fare una svolta, quindi l’oro è andato meritatamente all’Italia.

primo set

Dopo che Maja Ognenović si è ripreso, Mina Popovi ha afferrato il primo punto della partita, e poi Tijana Boškovi è stata bloccata in contropiede. Al terzo punto Egon manda fuori palla, poi Mina Popovi ferma Kirikel.

Passa Paola Egonu, Silvija Popovi non riesce a raggiungere la palla. L’italiana dalla pelle scura ha poi servito male e al punto successivo Milena Rasic ha preso la Serbia più tre – 5:2.

L’Italia ha iniziato e con una serie di tre punti, ha pareggiato 5:5. La serie è stata interrotta da Milena Rasic.

Si gioca un bel punto lungo, e poi l’Italia blocca Tijana Boškovi, che però conquista il primo punto nell’attacco successivo.

Paola ci ha dato molti problemi nella prima parte del match, ha vinto cinque punti e ci ha causato molti problemi con il suo servizio, l’Italia per la prima volta è in vantaggio di 12:10.

Due errori italiani e un muro di Bojana Milenkovi ci hanno regalato un pareggio da tre punti e un nuovo vantaggio di 13:12. La serie di servizi di Mina Popovi è durata altri due punti, solo per essere interrotta da Egon. Miriam Sila è stata molto fortunata durante il servizio e dopo i suoi due ace il punteggio è stato di 15:16.

Corsa di Milena! Due grandi mosse e la Serbia torna in vantaggio 17:16. Poi abbiamo visto due errori correlati, e poi il possesso di Tijanma Boškovi 18:18. Il dramma ci aspetta.

foto: Starsport©

L’Italia conquista una nuova leadership con il blocco Danelli. Tijana Boskovic rompe il muro dell’avversario per il suo quinto punto. Poi è arrivato l’errore di Milena Rasic e lo spunto di Mina Popovic dopo “alma”.

Aspettiamo e diamo il benvenuto ai blocchi! Poi ha messo Egon nella palla. La Serbia è in vantaggio 22:20.

L’Italia ha raccolto i punti, e poi ha contrattaccato per pareggiare, ma l’azione è stata coronata da una bella prestazione di Bojana Milenkovic 23:21,

Egon non è stato autorizzato a impostare la palla per la Serbia, ma è stato portato da Tijana Bošković 24:22.

Giocheranno di più, Sila va online, poi passa la contropalla attraverso il muro al 24:24.

Rasic ci ha portato un nuovo set ball. Tijana ha servito, ci siamo difesi e poi ha concluso il primo tempo con un picco – 26:24!

Giocatore di pallavolo serbo
foto: Starsport©

Secondo set

Quella potenza ci ha causato molti problemi all’inizio del set, l’Italia era in vantaggio per 3 a 0. Tijana ha interrotto la serie. Abbiamo ripreso fiato e siamo riusciti a ridurlo a 5: 4. Tijana ha giocato bene, ma il servizio ancora non le è servito.

L’Italia ha punito anche il più piccolo errore della nostra squadra e ancora una volta ha segnato due punti 9:7, seguito da una grande mossa di Maja Ognjenovi.

L’Italia ha avuto un ottimo servizio, dopo di che il suo attacco è stato abbastanza preciso da prendere un vantaggio di 15:14 a metà set.

Abbiamo pareggiato al 15:15, abbiamo avuto un contropiede per passare in vantaggio, ma Tijana non l’ha sfruttato. Il dramma è continuato, giocato punto per punto, e dopo il time-out di Terzi, la nostra squadra ha raggiunto la miniserie di un blocco e conduce 20:19.

Il diagonale di Tijana Bošković ci ha dato 21:20, e l’errore di Egon e i due punti di vantaggio hanno portato a 22:20. Uh, la Serbia aveva un contropiede, Mina Popovi ha commesso un errore, poi ha cucinato per Petrina per portare un nuovo pareggio 22:22.

Dopo l’errore di Tijana Boškovi, Terzić ha chiesto una breve pausa e ha detto che qualcun altro oltre a Tijana dovrebbe unirsi all’attacco per evitare l’errore.

Dopo l’azione Lazovi si è aggiudicato un punto, ma il check ha stabilito che la palla non toccava il muro, quindi l’Italia ha raggiunto due set di palle. Hanno preso cinque punti di fila, quando Tijana è stato bloccato – 22:25

Terzo set

Tre errori commessi da giocatori italiani, uno dei quali è stato l’asso Mina Popovi per una buona partenza. Milena Rasic, che ha detto addio alla pallavolo per un po’, cercando di avere successo qui come madre, ha preso la Serbia 5:1 con due belle mosse.

Il bel muro di Rasic e il gioco della nostra squadra ci hanno portato a quattro punti di vantaggio, che è stato salvato da Tijana Boskovic dopo che un punto lungo era stato interrotto da Mina Popovi.

L’Italia ha fatto una svolta a metà del terzo set, anche se Terzic ha chiesto un time-out leggermente anticipato. Milena Rasic ferma il contropiede italiano per le 13:13 con un muro.

Egon è inarrestabile, ha già 20 punti, e dopo l’asso di Danezi, l’Italia ha ancora due punti di vantaggio, che riducono Tiajna Boškovi di un altro punto nel set.

La Serbia era davvero in controritmo, l’Italia passava in vantaggio alle 18:14 e Terzić ha criticato la squadra, per un servizio scadente. Sono stati questi errori che hanno messo in difficoltà la nostra squadra con un servizio scadente e l’Italia ha avuto una buona ricezione e un buon attacco.

Tijana ha attraversato l’isolato in campo! Buon servizio per Bush, ma Malinov online è migliore di Mina Popovic. L’Italia è cambiata quasi del tutto e i volti delle nostre ragazze non sono dei migliori.

Forza per finire terzo set 25:19

Zoran Terzic
foto: Starsport©

Quarto set

L’Italia ha iniziato meglio il quarto set e ha portato 2:0, perché la nostra squadra non ha realizzato il contropiede nel primo punto! Abbiamo raggiunto il primo punto del set con stoppate, che dovevamo vincere perché il gioco continuasse.

Terzic rischia la sua squadra! D’altra parte, per tutto ciò che l’Italia immagina di mettere in atto, la situazione si fa sempre più difficile, poiché la Serbia arriva al punto solo per gli errori del suo avversario.

Terzic ha fatto una buona affermazione durante la pausa:

– Sei il migliore del mondo per me, chi interpretiamo!

Tuttavia, ciò non ha aiutato, la Serbia, due campioni d’Europa consecutivi e in carica, non ha avuto la forza per rimettersi in gioco. L’Italia ha vinto il set finale in modo convincente 25:12. e ha vinto il titolo.

Presentazione della squadra

Prima dell’inizio della finale, c’è stata una presentazione spettacolare da parte della squadra, un eccellente display audiovisivo con applausi fragorosi, Dopo che è stato cantato l’inno nazionale e è stata presentata la formazione, tutto era pronto per lo spettacolo

Giocatore di pallavolo serbo
foto: Starsport©

La squadra è in campo

La Nazionale si sta scaldando in campo, e il clima sugli spalti si fa meglio. Vi ricordiamo che l’Arena dovrebbe avere circa 18.000 spettatori.

Giocatore di pallavolo serbo
foto: Starsport©

Dopo un’ottima e convincente partita di inizio campionato, i pallavolisti sono passati agli ottavi di finale con il massimo delle prestazioni. Sono stati convincenti anche contro l’Ungheria, poi hanno mostrato forte determinazione contro la Francia nei quarti di finale, e poi hanno dato il meglio di sé in un’epica semifinale contro la Turchia.

Il tecnico della Serbia, Zoran Trezi, dopo le semifinali ha ammesso di non essere troppo interessato al nome dell’avversario nella fase finale, perché nella lotta per l’oro tutto dipende dalla sua squadra.

“Vedremo, sarà dura, perché l’intero Campionato Europeo è progettato per giocare un numero limitato di partite, e poi arrivano i quarti di finale, le semifinali e la finale: tre partite in quattro giorni. Spero davvero che le ragazze possano farlo. gioca un gioco per la loro anima. Nient’altro… Non c’era bisogno di preoccuparsi se qualcuno avrebbe detto loro qualcosa di brutto dopo la partita se avessero perso. In poche parole, essere felici, dell’umore prima, durante e dopo la partita, non importa come finisca”, ha detto Terzic.

L’allenatore serbo ha anche accennato al supporto dei tifosi.

È molto più facile per le ragazze giocare in questa atmosfera. Ma d’altra parte, hai visto contro la Francia, hai visto in una parte della partita contro la Turchia, la pressione per loro era enorme. È stato lo stesso agli Europei 2011. , abbiamo giocato una prima partita disastrosa, proprio per quella pressione. Quindi ci sono pro e contro. Ma ovviamente glielo chiedi, sono decisamente per qualcosa del genere, è ovvio”, ha aggiunto Terzic.

Il pallavolista serbo è destinato a vincere il terzo oro europeo consecutivo, dopo l’oro a Baku nel 2017 e l’oro ad Ankara nel 2019.

La partita si giocherà a Belgrado dalle 20:00.

Sport da corriere


Corriere

Corrado Bellini

"Amichevole appassionato di Internet. Creatore. Appassionato di zombie impenitente. Imprenditore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.