L’Argentina e la sua ultima possibilità di incoronare la sua generazione d’oro — Foot11.com

Vincitrice dell’ultima e impressionante Copa America a Finalissima contro l’Italia, l’Argentina ha iniziato a sognare di vincere al prossimo Mondiale in Qatar. Ottimo regalo di uscita per la generazione d’oro ma svezzato dal titolo. Ancora

Il sogno dell’Argentina dal 1986

Anomalia del calcio o meno, l’Argentina ha vinto solo due Mondiali nella sua storia. Nel 1978 e poi nel 1986, con un (seriamente) aiuto del destino. E questo è il caso di dire. Da allora, l’Argentina è stata eliminata in finale nel 1990 e poi nel 2014. Un duro colpo perAlbiceleste che, in Brasile, si è già visto ballare la carioca con Leo Messi davanti. Ma no. Gonzalo Higuain ha mancato l’inevitabile prima che Mario Götze seppellisse ogni speranza torta in estensione. Eterno rimpianto, anche se alla fine la rivalità è stata meno vistosa dell’Argentina.

Nel 2018, l’Albiceleste ha ceduto alla squadra francese e alla dura punizione di Kylian Mbappe, tra gli altri. In Russia, anche Messi e la sua famiglia sono passati attraverso il buco del rasoio per vedere l’ottavo prima di cadere contro il futuro vincitore. Un risultato più che logico se guardiamo alle carenze difensive della squadra di Jorge Sampaoli.

Copa America, vere speranze o modesti risultati?

C’è da dire che Leo Messi ha visto grandi cose vincendo la Coppa del Mondo U20 nel 2005, in Nigeria. Ma mentre ha vinto quasi tutto al club con l’FC Barcelona, ​​dovrà aspettare fino al 2021 per vincere il suo primo titolo con l’Argentina, con la A. La battuta d’arresto in Copa America ne vuoi un po’ qui, il Mondiale 2014 come di cui sopra, prima del premio della scorsa estate contro il Brasile. Un gol di ngel Di María ha portato gioia a tutto il popolo argentino che aveva atteso (troppo) a lungo questo momento.

Dopo la Copa America, il Mondiale per l’Argentina? icona dello sport

Il peso della maglia dell’Albiceleste sembra aver pesato pesantemente sulle spalle dell’argentino negli ultimi anni. E questa vittoria in Copa América ha davvero liberato le scelte per il Sud America, che ora guarda al Mondiale con ancora più fiducia e sogna di fare qualcosa di veramente grande.

L’ultimo può essere il più bello

Inoltre, questa Coppa del Mondo sarà l’ultima per diversi giocatori. Di María ha annunciato che si ritirerà dal servizio internazionale dopo la competizione in Qatar. Allo stesso modo, il vincitore di sette Palloni d’Oro, Lionel Messi, anche lui costretto a dimettersi. Questa volta per sempre. Una pagina che sta per girare, lasciando il posto alla prossima generazione di argentini. Sarà una grande opportunità per finire in grande stile per la generazione che ha riportato l’anomalia della scorsa estate vincendo il suo primo trofeo, ma ha fame di altro.

L'Argentina si è sbarazzata facilmente dell'Italia a Finalissima.  icona dello sport
L’Argentina si è sbarazzata facilmente dell’Italia a Finalissima. icona dello sport

Leo Messi e la sua famiglia senza intoppi. Lo ha dimostrato Finalissima che, giocata a Wembley contro l’Italia, ha ottenuto una vittoria schiacciante (3-0). Scaloneta sembra finalmente aver trovato il suo equilibrio, con l’Argentina rimasta imbattuta da 32 partite, un record. Messi si preparerà al meglio per arrivare in ottime condizioni in Qatar. Anche per questo, inoltre, vuole continuare per un’altra stagione al Paris Saint-Germain. Ma la strada per l’incoronazione sarà lunga e piena di insidie. Polonia, Arabia Saudita e Messico come gruppo, prima di attraversare potenzialmente i Paesi Bassi, la Spagna o la Germania o addirittura il Brasile. Ma l’Albiceleste era pronto e portava a termine la missione. Non vedevo l’ora di essere in Qatar per combattere. Per l’Argentina, ora o mai più.

La squadra a cui è correlato questo articolo: Argentina

Riccarda Fallaci

"Imprenditore. Comunicatore pluripremiato. Scrittore. Specialista di social media. Appassionato praticante di zombie."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.