L’Austria è in cima alla lista delle acque per bagni più pulite d’Europa – Reuters

(CNN) — La qualità delle acque di balneazione europee è notevolmente migliorata negli ultimi decenni e un nuovo rapporto pubblicato questa settimana dall’Agenzia europea dell’ambiente (AEA) rivela che quasi l’85% dei suoi siti di balneazione sono ora classificati come “eccellenti”.

Il rapporto annuale sulle acque di balneazione monitora quasi 22.000 bagni interni e costieri negli Stati membri dell’UE Albania e Svizzera nel 2021. Il Regno Unito, dopo aver lasciato l’UE, non è presente nel rapporto per la prima volta.

L’Austria senza sbocco sul mare, nota per i suoi numerosi bei laghi, tra cui le acque montuose dell’Achensee in Tirolo e lo smeraldo Weissensee in Carinzia, guida la classifica, con il 97,7% delle sue acque giudicate eccellenti.

Dietro, in testa alla classifica, ci sono quattro favoriti per le vacanze mediterranee: Malta, Grecia, Croazia e Cipro. Danimarca e Germania sono gli altri paesi in cui più di nove siti su dieci ottengono il punteggio migliore.

Il Portogallo è al 10° posto con l’88,5%, mentre l’Italia (87,9%) e la Spagna (87,4%) sono rispettivamente al 12° e 13°.

Come hotspot per il turismo, la Francia si classifica più in basso, con il 75,7%, mentre la Polonia è l’ultima con solo il 44,5%, molto dietro la Slovacchia con il 50% e l’Ungheria con il 60,2%.

Standard in aumento

Malta denominata n. 2 nella lista delle migliori località balneari d’Europa.

Efesenko/Adobe Stock

La valutazione è stata effettuata dall’AEA in collaborazione con la Commissione Europea. Le autorità statali e locali hanno prelevato campioni d’acqua durante la stagione delle docce e li hanno testati per i tipi di batteri che indicano l’inquinamento da acque reflue e bestiame.

Le acque sono state poi classificate “eccellenti”, “buone”, “adeguate” o “mediocre”, secondo gli standard dell’Unione Europea.

Nuotare in acque poco classificate può causare malattie: se l’acqua viene ingerita, il nuotatore potrebbe avvertire mal di stomaco o diarrea.

La Francia ha un totale di 99 bagni classificati come “cattivi”, il che significa che dovranno essere chiusi durante la prossima stagione balneare, con misure in atto per ridurre l’inquinamento ed eliminare i rischi per la salute.

I luoghi classificati come mediocri per cinque anni consecutivi devono essere definitivamente chiusi: questo vale per 31 bagni in Italia, otto in Francia e due nei Paesi Bassi.

Questa norma faceva parte della direttiva sulle acque di balneazione adottata nel 2006 e da allora ha portato a un continuo aumento della percentuale di siti eccellenti. La qualità dell’acqua dell’UE è generalmente elevata, con standard minimi di qualità dell’acqua soddisfatti nel 95,2% di tutti i siti valutati.

Il bagno d’acqua più pulito d’Europa

1. Austria (97,7%)

2. Malta (96,6%)

3. Grecia (95,8%)

4. Croazia (95,7%)

5. Cipro (93,3%)

6. Danimarca (91,9%)

7. Germania (90,4%)

8. Bulgaria (89,8%)

9. Lituania (89,2%)

10. Portogallo (88,5%)

Sopra: il lago Achensee in Austria. Credito: Ralph Hoppe/photoo/Adobe Stock

Riccarda Fallaci

"Imprenditore. Comunicatore pluripremiato. Scrittore. Specialista di social media. Appassionato praticante di zombie."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.